Traporto pubblico locale, Londei (Adriabus) a Roma per incontrare la commissione Trasporti della Camera: “Dialogo positivo”

di 

26 marzo 2014

Il presidente della commissione Trasporti della Camera Meta e il presidente Londei insieme alla delegazione che ha partecipato all'incontro a Roma

Il presidente della commissione Trasporti della Camera Meta e il presidente Londei insieme alla delegazione che ha partecipato all’incontro a Roma

ROMA – La crisi del trasporto pubblico su gomma, i timori per una nuova spending review verticale e le iniziative a favore della crescita del settore sono state al centro dell’incontro, che si è tenuto a Roma, tra il presidente della commissione Trasporti della Camera dei Deputati Michele Meta e il presidente di Adriabus Giorgio Londei, che, per l’occasione, era accompagnato dai vertici della società, Massimo Benedetti, Lorenzo Fiorelli, Oddo Bucci e Luciano Vitali. All’incontro hanno partecipato anche Muzio Papaveri, presidente di Conerobus, e Mario Bianconi, vicepresidente di Ami Spa.

“Sono ottimista e fiducioso – ha dichiarato il presidente Londei al termine del confronto – perché Meta ha ascoltato e condiviso le nostre preoccupazioni, ma ha anche confermato la volontà di segnalare le nostre proposte ai membri della Commissione Trasporti e al governo”.

In particolare, la delegazione pesarese ha evidenziato “l’esiguità dei trasferimenti pubblici destinati alle Marche all’interno del fondo nazionale dei trasporti”. Secondo Londei, “una cifra improponibile, perché non tiene conto delle condizioni effettive dei servizi offerti, anche rispetto a quelli garantiti in regioni che ricevono più soldi di noi dallo Stato”. A questo proposito, la nostra delegazione ha chiesto con forza l’accelerazione della determinazione dei costi standard e la loro introduzione nella determinazione dei servizi da erogare: “una scelta di coerenza e trasparenza” l’ha definita Londei.

“Ho chiesto a Meta – ha aggiunto il presidente di Adriabus – di scongiurare che, con la spending review, venga messo in discussione lo sgravio delle accise sul gasolio e che non si dia luogo a nuovi tagli lineari, che penalizzerebbero ulteriormente un sistema efficientato, lasciando inalterate altrove, invece, sacche di inefficienza”.

Nell’incontro, infine, sono state delineate anche alcune idonee misure per migliorare le operazioni di verifica e controllo dei titoli di viaggio, con l’obiettivo di ridurre il fenomeno del portoghesismo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>