Volley Pesaro, parla Valentina Salvia, mvp a Bastia: “Siamo molto cariche, non vediamo l’ora di ripeterci con Filottrano”

di 

26 marzo 2014

Carraro alza, Salvia schiaccia (dalla pagina Facebook di Volley Pesaro)

Carraro alza, Salvia schiaccia (dalla pagina Facebook di Volley Pesaro)

PESARO – La carica è grande, la tensione quella giusta. Il Volley Pesaro s’avvicina alla sfida di sabato sera al PalaCampanara (si gioca alle ore 20.30 per evitare coincidenze con un impegno della squadra di calcio a 5) supportata dalla convinzione maturata la scorsa settimana a Bastia. Nella speranza che quel successo abbia dato una sterzata alla stagione, evidentemente depressa dopo la sconfitta di due settimane prima a Perugia.

A farci raccontare il suo momento e quello della squadra abbiamo voluto fosse Valentina Salvia. Per due motivi: a Bastia è stata la migliore in campo; dopo Carol Zuccarini, è la giocatrice più esperta, vantando trascorsi in A1 e A2.

Sabato scorso, la centrale toscana è stata protagonista sia in attacco sia in difesa, costringendo – in collaborazione con Giada Boriassi – un duo esperto come quello composto da Ceppitelli e Tiberi  a un complessivo 23,8% offensivo.

“E’ dipeso dal grande lavoro in battuta di tutta la squadra che ha reso più facile il nostro impegno a muro e di conseguenza in difesa. La nostra grande partita è iniziata con un buon servizio”.

A fine gara, coach Bertini ha espresso grande soddisfazione per la sua prova e in particolare per lo spirito, la grinta, la determinazione mostrata.
“Era una partita importante… come quelle che ci attendono. Da ora in poi abbiamo solo finali. E queste partite si giocano con la cattiveria. Bastia, che non aveva alternative perché perdendo finiva fuori dai giochi per i playoff, giocava a mille. Logico affrontarla con la massima determinazione, perché quei tre punti servivano anche a noi. Non solo io, eravamo tutte cattive e vogliose di vincere”.

E’ stata la sua migliore partita della stagione?
“Se ci si ferma ai punti segnati, direi di sì. Però il ruolo di centrale è un po’ “sfigato” perché deve sempre fare bene e se non ha percentuali offensive altissime è obbligato a fare altre cose, magari liberando il posto 4 dal muro avversario…”.

Coach Bertini ci ha raccontato che state lavorando con grande impegno per elevare il suo contributo offensivo. I risultati si sono visti già a Bastia o c’è ancora da migliorare?
“Non ho dubbi che ci sia sempre tanto da fare per migliorare. E’ per questo che si va in palestra, tutti i giorni. Sicuramente, Giulia Carraro mi ha cercato molto. Alcune situazioni erano abbastanza forzate perché la palla era a filo rete e non si poteva fare altro. Quindi ho avuto un po’ di “fortuna”. E’ vero, però, che si sta lavorando per questo e si incominciano a vedere i risultati”.

Una sconfitta a Bastia avrebbe significato il prematuro addio alle ambizioni…
“Ci avrebbe messe con l’acqua alla gola, obbligate a dipendere soprattutto dal risultato delle altre, rendendo pesante la situazione. Con la vittoria in trasferta arriviamo più cariche alla sfida con Filottrano. Sabato scenderemo in campo con tanta voglia di vincere. Siamo in piena lotta per i playoff e il nostro obiettivo è togliere tre punti a Filottrano”.

In un momento molto difficile, dopo la sconfitta a Perugia, è piaciuto molto coach Bertini: rinnovando la sua fiducia nelle vostre qualità tecniche e morali, vi ha dato la carica.
“Sì, il nostro allenatore non ha smesso mai di credere in noi, dandoci ulteriore sicurezza…”. Ed è stato ripagato nel migliore dei modi.

Bertini parla, Salvia ascolta  (dalla pagina Facebook di Volley Pesaro)

Bertini parla, Salvia ascolta  (dalla pagina Facebook di Volley Pesaro)

Se d’ora in poi ogni partita è una finale, quella di sabato è “la finale”. Il ruolino di marcia di Filottrano è impressionante: nel girone di ritorno, 7 partite, altrettante vittorie, 21 punti, 21 set vinti, uno solo lasciato alle avversarie.
“Questo campionato è pieno di sorprese, come ha confermato la sconfitta di Olbia a Trevi. Quel che si è fatto finora, è relativo, anche se è giusto dire brave alle ragazze di Filottrano”.

Anche sabato voi centrali siete attesa da un gran lavoro contro l’ex Snoopy Elisa Rita e Martina Spicocchi.
“Non vediamo l’ora di giocare questa partita”.

Come si fa a battere una squadra in piena fiducia, con una gran varietà di giochi offensivi e soprattutto una difesa che molti definiscono quasi insuperabile?
“Facendo altrettanto! Difendendo tanto e togliendo le loro sicurezze, perché Filottrano non tira forte – come le attaccanti di Bastia – ma “spalletta” tanto. Pertanto, murare sarà più difficile, ma ovvieremo sistemando bene la difesa. Proveremo a punirle con la loro stessa arma, difendendo e provando a “spallettare”; non è una nostra caratteristica, ma lo stiamo facendo sempre meglio”.

Come potete leggere, Valentina è molto carica. E le sue compagne?
“Dopo la vittoria di Bastia, non vediamo l’ora di ripeterci con Filottrano”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>