Fano, il Circolo PD: “San Lazzaro e lo scampato pericolo della variante in via degli Olmi”

di 

27 marzo 2014

Lotti attuativi

Lotti attuativi. Clicca per ingrandire

FANO – Alla fine del suo mandato, nonostante la serietà imporrebbe sin da subito di parlare del bilancio comunale, la Giunta di centrodestra ieri ha proposto l’adozione definitiva della Variante urbanistica per via degli Olmi a Fano, nel quartiere di San Lazzaro, che prevedeva la realizzazione di appartamenti in un area verde e soprattutto una grossa rotatoria sull’incrocio della stessa strada con via del Ponte.

Da un lato, con il cambio di destinazione d’uso di terreno agricolo in edificabile, la Giunta cerca di perseverare fino all’ultimo nella politica della cementificazione diffusa, consumando il territorio e dimostrando di non saper leggere le reali esigenze della nostra città. Davvero qualcuno crede che servano nuove aree di espansione urbana, quando si vedono dovunque appartamenti di nuova costruzione, tanti dei quali neppure completati, restare sfitti o invenduti.

Dall’altro viene inserita nella variante, per giustificare la nuova area di espansione, una “mega rotatoria” di 25 metri di diametro. Una rotonda degna di regolare il traffico in una grande arteria (avrà le stesse dimensioni di quella su via Roma all’altezza di San Cristoforo), largamente sovradimensionata rispetto ai flussi di traffico fra via degli Olmi, strada chiusa, e via del Ponte, di cui non è previsto allargamento e che rimarrà, pertanto, delle dimensioni attuali, che le sono consone.

Una rotatoria che “farà prigionieri” gli abitanti delle abitazioni che si affacciano sull’incrocio, i quali dovranno fare i conti con essa appena fuori l’uscio di casa.

Tuttavia ieri con l’uscita per protesta dell’opposizione dai banchi dell’aula, la seduta si è sciolta senza arrivare ad una votazione sulla questione, poiché la maggioranza attuale, nonostante ne abbia la possibilità, non è stata in grado di garantire il numero legale.

Non sappiamo se ci saranno i tempi tecnici per riproporre tale variante prima dello scioglimento del Consiglio comunale, certamente questo Circolo continuerà a denunciare l’inutilità e l’irrazionalità di tale modifica urbanistica.

Non si vedono le ragioni né la pubblica utilità per le quali realizzare lì un’infrastruttura di tali dimensioni, su un incrocio caratterizzato da una viabilità di tipo residenziale, che potrebbe riportare il traffico di attraversamento che oggi utilizza la bretella via Mattei – via Papiria, fin dentro il quartiere di San Lazzaro.

Allargando il campo visivo, però, non vorremmo che questa rotatoria, insieme a via degli Olmi assumesse un significato diverso: la realizzazione del collegamento tra via Papiria e la Statale Adriatica, attraverso la cosiddetta strada “ammazza parco” e un tratto di nuova realizzazione, a cui mancherebbe proprio il tassello di via degli Olmi, progetto probabilmente mai realmente abbandonato da questa Giunta.

Come Circolo PD di San Lazzaro ci siamo più volte pronunciati in favore del parco e contro quella strada, ora intendiamo esprimere tutta la nostra contrarietà a questa operazione che non trova giustificazioni d’interesse collettivo e la nostra solidarietà ai residenti dell’area, affiancandoli in una battaglia che siamo pronti a continuare.

Il Direttivo del Circolo PD San Lazzaro – Vallato

Stato attuale. Clicca per ingrandire

Stato attuale. Clicca per ingrandire

Urbanizzazione primaria. Clicca per ingrandire

Urbanizzazione primaria. Clicca per ingrandire

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>