Ferrovia Fano-Urbino: Mattioli, Montalbini e Cecchi presentano una mozione per acquistarla

di 

27 marzo 2014

FANO – I Consiglieri Comunali Giacomo Mattioli (La Tua Fano), Andrea Montalbini (Alleanza per Fano) e Pierino Cecchi (UDC) hanno presentato una mozione urgente per l’acquisizione del “compendio di proprietà delle Ferrovie dello Stato S.p.A.” tratta ferroviaria in disuso insistente nel territorio del Comune di Fano.

Dopo che la Fano-Urbino è stata formalmente soppressa, a seguito delle richieste della Provincia, in data 16/12/13 “Ferservizi gruppo FF SS” ha formalizzato la proposta economica per l’acquisto del compendio relativo all’intero tracciato ferroviario (ricadente nei Comuni di Fano, Cartoceto, Saltara, Serrungarina, Montefelcino, Fossombrone, Fermignano e Urbino per un valore pari a € 1.570.148,12) e di quello relativo agli immobili su di esso insistenti (€ 2.721.498,76).

Tuttavia – scrivono in una nota i tre consiglieri comunali –  è del tutto evidente come sia la Provincia che i Comuni, a causa del Patto di Stabilità, non abbiano la capacità finanziaria per affrontare la spesa; la conferenza dei Sindaci convocata dall’Assessore Provinciale Galuzzi il 05/02/14 ha quindi deciso di chiedere alla Regione di acquistare l’intero sedime ferroviario per evitare che venga venduto ai privati e poi spezzettato.

Contestualmente è stata riferita dallo stesso Assessore Provinciale Galuzzi la forte esigenza di FF SS di vendere urgentemente il bene, anche a trattativa diretta con gli Enti Pubblici, anche con la probabilità di una sensibile diminuzione di prezzo e/o dilazione decennale del pagamento; il valore del tratto di pertinenza del Comune di Fano ammonta ad € 307.671,00 relativi a 118.335 mq di area di sedime, più fabbricati di valore pari ad € 295.490,00.

Acquisendo il tratto di propria competenza, il Comune di Fano assumerebbe evidentemente non solo l’obbligo della manutenzione (es. taglio dell’erba) ma anche il titolo di riscossione dei canoni di attraversamento dei sottoservizi che attualmente incassa FF SS.

Con questa mozione, quindi, vogliamo impegnare il Sindaco e la Giunta a richiedere al Presidente della Giunta Regionale delle Marche, ad integrazione e rafforzamento di analoga richiesta della Provincia e di altri Comuni (ringraziamo il collega Vladimiro Perlini del Comune di Saltara che è stato il primo ad impegnarsi in tal senso), di acquistare al miglior prezzo l’intera tratta ferroviaria dismessa Fano-Urbino dalle Ferrovie dello Stato prevedendo la conseguente possibilità di alienazione ai singoli Comuni, eventualmente interessati alle tratte di pertinenza, concedendo a questi ultimi le “risorse” necessarie, ovvero attraverso la prima “verticalizzazione” del Patto di Stabilità utile del 2014, prevedendo uno “stanziamento” di natura straordinaria che non impedisca ai potenziali acquirenti di beneficiare della ordinaria verticalizzazione del Patto che da anni la Regione concede a Comuni e Province.

Infine – conclude la nota –  precisiamo che, pur essendo da sempre favorevoli alla riconversione della Fano-Urbino in pista ciclabile, nella mozione non trattiamo volutamente la destinazione d’uso finale, concentrandoci solo ed esclusivamente sull’acquisizione del bene; una volta ottenuto questo importante risultato potremo riprendere il dibattito in maniera molto più concreta e realistica.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>