Fanesi, PD: “Scrutatori, ecco le mie proposte rifiutate da Aguzzi”

di 

28 marzo 2014

Cristian Fanesi*

FANO – In merito alle dichiarazioni del Sindaco riportate da organi di informazione intendo precisare che ho partecipato alla riunione dei capigruppo convocata congiuntamente alla commissione elettorale del Comune di Fano. In questa riunione ero l’unico esponente dell’opposizione presente; era “stranamente” presente anche il Sindaco di Fano che ha dichiarato di non voler più delegare il proprio assessore Silvestri che negli ultimi dieci anni ha sempre sostituito il Sindaco all’interno della commissione stessa.

Contrariamente alla prescrizione di legge, che prevede la necessaria presenza di n. 1 componente effettivo e n. 1 supplente scelti tra i consiglieri comunali appartenenti all’opposizione, nessun esponente di opposizione è componente effettivo della commissione.

Dunque in qualità di capogruppo ho preso atto, anche dopo un incontro tenutosi al mattino con il Segretario Comunale del Comune di Fano, che sia impossibile attingere nominativi di scrutatori direttamente dalle liste dell’ufficio di collocamento del Comune, ho detto che sarebbe un segnale molto positivo per la cittadinanza far vedere che non è la politica che individua a sua discrezione i nominativi degli scrutatori, all’interno dell’albo comunale: certamente la modalità del sorteggio non dà sicurezza circa il fatto che coloro che saranno sorteggiati non siano già dei lavoratori o studenti, ma è, comunque, un criterio oggettivo e non discrezionale. Lo reputo, almeno dal punti di vista morale, una scelta seria, corretta e oggettiva.

Ho inoltre fatto presente che in passato tale modalità era prevista dalle disposizioni di riferimento.

Queste mie proposte sono state rifiutate dal Sindaco e dai componenti presenti della commissione elettorale.

Infine mi ha amareggiato l’atteggiamento del Sindaco di Fano che a riunione aperta, rivolgendosi ad altro esponente dell’attuale maggioranza ha evidenziato “noi ne nominiamo 180 quelli sono voti sicuri”. Questa direi la sintesi della riunione.

Io me ne sono andato.

Dispiace che altri esponenti politici, ad esempio Hadar Omiccioli, che ha risposto prontamente all’appello fatto da un’associazione di disoccupati ma poi non ha partecipato all’incontro per ‘perorare la causa’.

*Capogruppo Pd in consiglio comunale

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>