Pagnoni (M5S): “Erap ciompra 24 appartamenti, è un affare per imprenditori o per i cittadini in difficoltà?”

di 

30 marzo 2014

Massimo Pagnoni*

Di recente abbiamo appreso che l’Ente Regionale per l’Abitazione Pubblica darà una commissione per la costruzione di 24 appartamenti ogni due anni, il budged è di 3 milioni e mezzo! questo per venire incontro, leggo testualmente ad una necessità di 10 mila persone e 1000 nuclei familiari nella provincia.

E’ una iniziativa certamente lodevole, ma come dice il testo dell’articolo “Occasione per imprenditori”. In effetti 3 milioni e mezzo per soddisfare 24 famiglie per i prossimi due anni mi sembra un’iniziativa che perde la sua efficacia stante il disagio attale di tantissime famiglie. Mi domando in effetti se questa somma di denaro fosse devoluta non ad investimenti in immobili ma in aiuti alle famiglie per pagare i canoni di locazione avremmo un impatto socio economico notevole ed immediato.

Ricordo infatti che la forte speculazione edilizia ha portato in questi ultimi 10 anni ad un eccesso di offerta di immobili rispetto alla domanda, e nonostante il fabbisogno gli immobili questi rimangono sfitti.

La crisi infatti non permette alla famiglie di rispettare il pagamento dei canoni e molte abitazioni sono rimaste sfitte!

A mio modesto modo di vedere se questo denaro andasse confluito in un fondo per il pagamento dei canoni di locazione delle famiglie in difficoltà avremmo risolto un problema a queste famiglie permettendo inoltre di far confluire questo denaro ad altre famiglie proprietarie di immobili che credendo nel mattone hanno investito nella seconda casa che però per le difficoltà dei locatari a pagare i canoni non si sono decisi di metterle nel mercato. Non avremmo fatto fare gli affari agli imprenditori, come emerge nella testata dell’articolo, ma aiutato dei cittadini sia nella veste di locatori che di locatari, e questo sinceramente mi rende più felice.

*Candidato consigliere comunale M5S

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>