Volley Pesaro, dopo il successo su Filottrano le emozioni della presidente, la rabbia dell’allenatore. Olbia espugna Casette, ma Gioia e compagne sono ancora terze

di 

30 marzo 2014

PESARO – Il sabato sera al PalaCampanara, due ore di incredibili emozioni, è sintetizzato da Barbara Rossi, la co-presidente del Volley Pesaro.

Questo il pensiero con cui mi sono svegliata questa mattina : “…meno male che esiste lo SPORT… nella povertà d’animo che ci circonda ho la fortuna di potermi nutrire di questa ricchezza emozionale infinita!”.

Lo splendido sorriso delle ragazze pesaresi

Lo splendido sorriso delle ragazze pesaresi

Barbara ha allegato al suo profilo Facebook una splendida foto delle ragazze…

Guardatele… Guardando i loro occhi luminosi, mi chiedo come si possano spegnere i sogni dei giovani!”.

Il giorno dopo la grande sfida del girone C di serie B1, il derby bellissimo tra Pesaro e Filottrano, sulla pelle ancora brividi. Che gioia sa regalare lo sport, che bella la pallavolo femminile se non conosce le tristezze, anzi le vergogne che – nel nostro Paese – sono pessima eredità di una mancanza di cultura che impone il pensiero unico: “Deve vincere la mia squadra…”. Purtroppo, leggiamo in altre cronache, che non sempre e così… Intervenga la Fipav: meglio una squadra in meno che atteggiamenti che potrebbero inquinare un’oasi felice.

Ecco perché la pubblicità fatta dal bellissimo derby tra Pesaro e Filottrano è un capitale su cui investire. Non aveva alcun dubbio Matteo Bertini, che alla vigilia aveva invitato gli appassionati ad accorrere a Campanara…

Sono molto contento, soprattutto perché si è giocato davanti a un pubblico incredibile: caloroso, rispettoso. Credo che questa partita debba fare riflettere la città. E’ serie B1, ma c’è tanto entusiasmo e sarebbe ora che qualcuno si svegliasse, perché questa squadra merita di più, e merita molto di più questa società. Il Volley Pesaro è un patrimonio della città. Barbara Rossi e Giancarlo Sorbini meritano più attenzione, più appoggio da parte di tutti. Non voglio fare il politico, ma è giusto capire che portare al palazzo dello sport mille persone, con tanti tifosi di casa ma anche di chi gioca in trasferta, è qualcosa di incredibile per la serie B1”.

Soddisfazione per il pubblico, felicità per il risultato, che a un certo punto, dopo la rimonta che aveva spinto le pesaresi sul 2-1, sembrava portare al successo pieno. Invece, la grande reazione filottranese ha imposto il tie-break. Coach Bertini, cosa è accaduto nel 4° set giocato così male?
“Come nel primo set, abbiamo perso pazienza in attacco e con la Lardini non puoi permettertelo. Dopo qualche errore di troppo, abbiamo perso fiducia. Ho provato il doppio cambio per cercare di ridurre lo svantaggio, ma non ci siamo riusciti. Le ragazze hanno provato a difendere tutto, ma nel quarto set non ci credevamo più, limitandosi a guardare la palla anziché andare a prenderla. Però era importante fare risultato. Giocavamo l’ennesima “finale”, questa volta contro una squadra che vinceva da sette partite. Ha dimostrato perché mostrando una pallavolo coriacea, difficile da affrontare: obbliga a perdere la pazienza, come ci è accaduto nel primo e nel quarto set”.

Hanno difeso tutto, anzi di più, con salvataggi clamorosi, da applausi sinceri. E voi non vi siete limitati a guardarle, difendendo bene, a tratti benissimo.
“E a parità di difesa, vinciamo noi, perché attacchiamo meglio. Ne sono convinto, sabato si è visto. E’ il motivo per cui non cambierei la mia squadra con nessun’altra. Il Volley Pesaro ha il mio Dna, ne sono orgoglioso”.

Difendere tanto, migliora il vostro attacco…
“Se questa squadra si mette in testa di difendere, difende davvero. E ha una grande qualità: contrattacca molto bene”.

Avevate iniziato positivamente, poi siete andati in sofferenza. Quando avete variato gli attacchi, ricordando che non c’era solo posto 4, ma potevate fare male con le centrali, vedi la fast di Boriassi, la difesa di Filottrano ha accusato giri a vuoto, messa in ulteriore difficoltà dalla vostra battuta.
“Era quel che dovevamo fare. Perso il primo set, ho chiesto alle ragazze di battere meglio. Altrimenti, con palla in mano, loro diventano tutte attaccanti forti. Abbiamo fatto qualche ace diretto e comunque imposto attaccassero con palla staccata. Ed eravamo molto attente a muro sulle cose preparate in settimana. Loro hanno un gioco abbastanza leggibile, eppure abbiamo faticato tantissimo contro Elisa Rita, la nostra bravissima ex, che ha fatto una partita straordinaria; lei ha una prestanza fisica incredibile e ci ha fatto penare. Però siamo stati bravi sulle altre, vincendo meritatamente…”.

Nel tie-break Caterina Gioia era incontenibile.
“E’ questo che voglio da lei, magari servendola di più se la qualità di ricezione e difesa s’alzano un pochino…”.

Altrimenti Giulia Carraro si prepara alla… Maratona di Rio 2016…
“Giulia è stata costretta a giocare in posto 4. Dobbiamo essere più bravi sotto questo aspetto, ma non ci accontentiamo mai e torneremo in palestra per migliorare”.

I risultati completi della 21^ giornata e la classifica

(giocate sabato)
Pesaro – Filottrano 3-2
Cagliari – Perugia 0-3
Rieti – Figline Valdarno 3-0
Firenze – Pagliare 3-0
Loreto – Trevi 2-3

(giocate domenica)
Casette – Olbia 2-3 (25-23; 21-25; 20-25; 26-24; 11-15)
Todi – Bastia 2-3 (15-25; 16-25; 25-16; 25-18; 14-16)

La classifica

Perugia e Filottrano 49
Pesaro e Olbia 46
Casette 45
Bastia 40
Firenze 32
Loreto 27
Rieti 23
Todi 22
Pagliare e Trevi 19
Figline Valdarno 15
Cagliari 9

Il Volley Pesaro conserva il primo posto malgrado il sorprendente successo di Olbia che ha espugnato Casette, che nelle ultime due settimane ha perso il secondo confronto diretto. Sorprendente perché la squadra gallurese si è presentata con sole otto giocatrici, con la schiacciatrice Baldelli al posto della centrale titolare Facendola, infortunata.

Il prossimo turno vedrà Perugia in casa con Todi, Filottrano ospitare Loreto, Pesaro a Figline Valdarno (domenica 6 aprile, ore 17,30), Olbia con Rieti e Casette a Bastia.

4 Commenti to “Volley Pesaro, dopo il successo su Filottrano le emozioni della presidente, la rabbia dell’allenatore. Olbia espugna Casette, ma Gioia e compagne sono ancora terze”

  1. un balusch!! scrive:

    Attenzione!! Modificare articolo!! Il volley pesaro conserva il TERZO POSTO non il primo… non vorrei portasse sfortuna ahahahah

  2. un balusch!! scrive:

    Attenzione!! Modificare articolo!! Il volley pesaro conserva il terzo posto e non il primo… non vorrei portasse sfortuna ahahahah

  3. un balusch!! scrive:

    Attenzione!! Modificare articolo!! Il volley pesaro conserva il terzo posto e non il primo… non vorrei portasse sfortuna

  4. un balusch!! scrive:

    Attenzione!! Il volley pesaro conserva il terzo posto e non il primo… non vorrei portasse sfortuna

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>