Ai Musei civici di Pesaro torna la specchiera muranese del ‘700 restaurata. Le foto della presentazione

di 

31 marzo 2014

La specchiera muranese del '700

La specchiera muranese del ‘700

PESARO – “Pensare ai sogni, agli specchi, pensare a sé. E’ un tutt’uno. Dio li ha gravati di questo messaggio. Che siamo riflesso, impermanente immagine. E vanità. Ci fanno paura? Ecco perché”. La citazione da Gli Specchi di Jorge Luis Borges è appropriata al momento.

Rientra a Pesaro, dopo un lungo ed accurato restauro presso il laboratorio romano Arte e Restauro del vetro di Aldo Frasca, la Specchiera muranese del Settecento appartenente alle collezioni dei Musei Civici di Palazzo Mosca. L’opera, pervenuta ai Musei Civici nel 1885 attraverso il lascito testamentario della Marchesa Vittoria Toschi Mosca, risultava particolarmente degradata sia nel supporto ligneo che nell’arredo vetrario in parte rotto ed in parte mancante. 

Oggi, grazie all’intervento di restauro, sarà possibile ammirare la specchiera nel suo antico splendore proprio della produzione della Murano del Settecento caratterizzata da un grado di eleganza e raffinatezza mai raggiunto prima.

Il capolavoro dell’arte vetraria muranese verrà svelato e presentato al pubblico lunedì 31 marzo alle ore 18.00 da Chiara Squarcina, profonda conoscitrice della storia del vetro, Responsabile del Museo del Vetro di Murano e del Museo di Palazzo Mocenigo.

La specchiera in seguito sarà esposta nella sala denominata Natura ed Inganno, dove sono ospitati già alcuni esemplari di vetri soffiati veneziani o alla façon de Venise che fanno da contraltare alle capricciose cristallerie dipinte nella scenografica natura morta di Christian Berentz.

Con il restauro della specchiera prosegue quindi la valorizzazione del pregiato e variegato patrimonio museale pesarese, un patrimonio che, nel dicembre 2013,  si è arricchito grazie all’acquisizione della prestigiosa collezione di vetri di Murano esposti nella mostra tutt’ora in corso  “Gli alfieri del design italiano. Gio Ponti e i maestri muranesi del Novecento nella collezione Vinciguerra”.

In mostra sono attualmente esposte le raffinate creazioni di Zecchin, Martinuzzi, Venini, Scarpa, Seguso, Cappellin, Salviati: tutti rappresentati dell’epoca d’oro del vetro veneziano novecentesco insieme ad una preziosa cista di Gio Ponti ed alcuni dipinti e sculture tra Figurazione e secondo Futurismo.

La Specchiera muranese si inserisce così in un vasto patrimonio museale che offre una significativa panoramica di forme, decori e tecniche del vetro tra il XVI ed il XX secolo.

PER INFO E PRENOTAZIONI
Tel. 0721 387 541, Biglietteria Palazzo Mosca – Musei Civici
e-mail pesaro@sistemamuseo.it

sito web: www.pesaromusei.it, www.pesarocultura.it

 

LE FOTO DELLA PRESENTAZIONE

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>