Il Nuovo Centro Destra a Mezzolani: “Basta con l’ospedale unico”

di 

4 aprile 2014

PESARO – Il gruppo consiliare di Nuovo CentroDestra rompe gli indugi in seguito alla comunicazione dell’assenza di un dibattito consiliare alla presenza dell’assessore Mezzolani, appuntamento piuù volte auspicato ma mai realizzato in questi anni .
“Dopo 5 anni – attaccano i consiglieri Andreolli, Tartaglione, Biagiotti, Cipolletta – di promesse disattese, di impegni non mantenuti , di ordini del giorno non applicati assistiamo all’ennesimo teatrino messo in scena dai vertici regionali della sanità che alla prima occasione si defilano dal confronto con il consiglio comunale di Pesaro.  Mezzolani, da tempo sconfessato dalla maggioranza del suo partito,  rinuncia al confronto solo per non mettere in evidenza le contraddizioni interne al PD e per non sconfessare Matteo Ricci che per anni da presidente della Provincia ha provato a rivestire i panni del regista di Fosso Sejore, mentre oggi, da aspirante candidato a sindaco,  cambia posizioni politiche solo per cercare consenso ed appoggi elettorali, dimostrando l’assenza di una credibile progettualità amministrativa”.

“Il prodotto finale di questi anni di parole – sottolinea il gruppo consiliare NCD – si riduce ad un costoso e generico studio di fattibilità  per la realizzazione del nuovo ospedale  affidato all’azienda Marche nord a 50 giorni dal voto amministrativo. A questo punto, davanti all’impossibilità di trovare interlocutori affidabili, finché  non verranno indicate risorse precise e progetti chiari occorre rompere gli schemi istituzionali di confronto e smettere di  parlare di fantomatici ospedali unici solo per illudere i cittadini pesaresi”.

“Oggi non servono studi di fattibilità , ma piuttosto un impegno concreto per reperire risorse adeguate e definire un convincente progetto sanitario nel presente. Occorre partire dalle risorse realmente a disposizione e dall’esistenza delle attuali strutture sanitarie che hanno la necessità di una precisa identità.  Occorre  – incalzano i consiglieri comunali del Nuovo CentroDestra – dire basta con i tagli  lineari , con le riduzioni di personale medico e infermieristico , con piani ferie che costringono i reparti al lavorare al rallentatore o addirittura a chiudere.

Gli ospedali di Pesaro e di Fano devono lavorare a norma ed in sicurezza, efficientando certamente il sistema, ma non tagliando i servizi essenziali al funzionamento sanitario”.

“Accanto ad una presenza di reparti e servizi essenziali minimi che rappresentano una struttura di base e di garanzia per i due Ospedali (Medicina ,Chirurgia, Pronto Soccorso MURG, Cardiologia, Pediatria, Ginecologia ,Ortopedia, Anestesia rianimazione, Diabetologia ) , deve essere realizzata una differenziazione precisa e con pari dignità delle Specialità  le quali devono essere riunificate e non spezzettate in più strutture, dotando i  reparti  di  strumentazione e di personale adeguato per essere a norma. Il Nuovo CentroDestra – conclude il gruppo consiliare- vuole invertire la rotta rispetto alla gestione degli ultimi anni che dietro ad ambiziosi progetti ha registrato solo riduzioni e tagli quantitativi e qualitativi di un servizio essenziale per tutti i cittadini pesaresi”. Firmato gruppo consiliare Nuovo CentroDestra Pesaro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>