Il GP del Bahrain rivitalizza la F1, Mercedes stellare. Ma per la Ferrari è un altro flop

di 

6 aprile 2014

Hamilton-Rosberg e le Frecce d’Argento si conficcano nel cuore del Mondiale, il G.P. vero lo vince Perez, splendido terzo con la sorprendente Force India-Mercedes. Dopo aver visto questa gara speriamo di esserci sbagliati su tutte le considerazioni negative fatte fin quì sulla nuova era della F.1. Sul circuito di Sakhir si è svolta una delle più belle gare degli ultimi anni, duelli a go-go, anche prima che entrasse la Safety-Car, per l’incidente spettacolare fra la Sauber di Gutierrez e la Lotus di Maldonado, risoltosi solo con uno spavento per il messicano della Sauber, uno spettacolo nello spettacolo. Hanno lottato senza esclusione di colpi i due marziani della Mercedes, i due arrembanti giovani della Force India, l’esperto Massa con il il baby compagno Bottas e il pluricampione Vettel bastonato da un Ricciardo irriverente fin da inizio stagione, fermato nelle precedenti gare da squalifiche ed episodi estranei alle sue straordinarie doti di guida. Unici assenti in questi fuochi d’artificio nel deserto arabo, i due ferraristi, nono Alonso,decimo Raikkonen e per fortuna che si sono fermate nel finale le due McLaren di Button e Magnussen, altrimenti i punti nel paniere erano zero.Bastava guardare l’espressione del Presidente Montezemolo intervistato mentre lasciava l’autodromo a pochi giri dalla fine,commentando laconicamente- che c’era rimasto poco da vedere- e che c’è tanto da lavorare,ma và non c’eravamo accorti.E’ vero che non si può vincere sempre,che nello scorso decennio c’eravamo ubriacati di gloria, ma la Ferrari è la Ferrari, si può permettere due piloti fuoriclasse, non si deve permettere una macchina così.Tornando al Gran Premio,ormai non ci sono più aggettivi per descrivere lo strapotere della Mercedes, che oltre alla propria macchina, fornendo la sua tecnologia ad altre scuderie assicura lo spettacolo.Come abbiamo avuto modo di dire anche nei commenti precedenti,fa piacere rivedere macchine come la Williams,che fa parte della storia della F.1,nuovi team come la Force India che hanno dei budget non proprio faraonici andare sul podio e la conferma di giovani leve che combattono da campioni consumati. Ad inizio articolo abbiamo detto che dopo questo gran premio speriamo di esserci sbagliati su questa F.1, dal prossimo fra quindici giorni in Cina,speriamo di aver sbagliato anche le considerazioni sulla Ferrari.

 

Classifica G.P. del Bahrain

1-Hamilton-Mercedes

2- Rosberg-Mercedes

3- Perez- Force India-Mercedes

4-Riciciardo-Red Bull- Renault

5-Hulkenberg- Force India- Mercedes

6- Vettel- Red Bull- Renault

7- Massa-Williams- Mercedes

8-Bottas- Williams-Mercedes

9-Alonso-Ferrari

10- Raikkonen- Ferrari

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>