Le aquile ducali volano ai playoff. Commento e fotogallery del 3-1 di Frosinone

di 

6 aprile 2014

IHF VOLLEY FROSINONE ROBUR TIBONI URBINO 1-3 (29–27; 19-25; 19-25; 15-25)
IHF VOLLEY FROSINONE: Agostinetto 10, Angeloni 10, Spataro 3 , Gioli 18, Astarita
6, Frigo 12, Ruzzini L, Percan 3 , Bonciani , Vico 2, Bicchieri 3 Non entrate: Kidder All.
Martinez
ROBUR TIBONI URBINO: Santini 11, Leggs 12, Kostic 11, Negrini 15,
Thibeault 9, Brcic 7 Carocci (L) Casoli 1 . Escobar 4 Giombetti L , Guidi 1, n.e. Zecchin,
All. Micoli – 2° All. Santarelli
ARBITRI: Andreoni, Bellini
NOTE: durata set: 32’, 23’, 22’, 23 tot. 100’. IHF VOLLEY battute sbagliate 14, vincenti 1, muri 5, ROBUR TIBONI URBINO battute sbagliate 14 vincenti 3 2 muri 12

 

FROSINONE – Vittoria del cuore più che mai, dopo il sorpasso meritatamente guadagnato sul campo, le aquile ducali hanno confermato il desiderio di prendere parte ai play off con la vittoria, netta, e combattuta, di questa sera a Frosinone. dove lo stesso tecnico Micoli ha voluto dare spazio a tutte le giocatrici a propria disposizione, una volta avuta la certezza della matematica qualificazione per i quarti di finale, che con molta probabilità si disputeranno a Piacenza a partire da mercoledì 9 aprile. La prestazione delle aquile ducali ha fatto emergere come al solito il fondamentale del servizio, ripetutamente ‘osato’ che ha dato sì molti falli ma che ha anche messo in difficoltà la ricezione laziale. Al contrario il terzetto ducale, Carocci, Santini Negrini, si è distinto per la precisione e per le opportunità che ha saputo dare alla palleggiatrice nel distribuire le palle da attaccare. Impeccabile prestazione da parte di ogni singola atleta, a partire dal finale del primo parziale, dove chiaramente le due formazioni sono scese in campo abbastanza contratte. Rotti gli indugi, dopo avere lottato palla su palla, Negrini, sempre super capitano, impeccabile in tutti i fondamentali, la grinta delle Aquile Ducali, nota al pubblico di appassionati e non, è scesa definitivamente in campo ed in breve si nono conquistati il secondo e terzo parziale, indispensabili all’accesso alla fase successiva di questo campionato. Mentre da Ornavasso giungeva la notizia che le piemontesi stavano schiacciando le orobiche della Foppapedretti, maggiore è stata la gioia del tecnico, delle atlete, dello staff ma soprattutto dei ‘sempre presenti Fedelissimi’, per arrivare trionfalmente al quarto parziale lasciando spazio alle seconde linee. Una vittoria, la conquista dei playoff, frutto del lavoro di tutti, a cui il tecnico feltresco ha voluto rendere merito ed onore. Adesso si lavora perché il sogno continui, e come dissero tre anni fa I Fedelissimi, e ripetono oggi, “En Suced, mo se suced”… il verdetto al campo.
M. Novella Ferri

 

LE FOTO DI ANDREA CECCARINI

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>