Trovato morto operaio di 48 anni. Due giorni fa era stato malmenato dalla moglie

di 

7 aprile 2014

LUCREZIA – Un altro terribile fatto di cronaca scuote la tranquillità della provincia di Pesaro e Urbino. Un 48enne di Lucrezia di Cartoceto è morto stamattina, dopo che venerdì scorso pare fosse stato malmenato dalla moglie (i due hanno una figlia minorenne).

Il 48enne – operaio in una ditta del Pesarese – è stato trovato senza vita stamane, con ferite in varie parti del corpo e lesioni interne. Dai primi esami – scrive il Corriere Adriatico online – sembra che le ferite siano state provocate da una violentissima colluttazione, calci e pugni a ripetizione.

Indagano i carabinieri di Fano e di Saltara, che stanno ascoltando amici e familiari dell’uomo. L’ipotesi di omicidio è la più accreditata. Il magistrato ha aperto un fascicolo per omicidio preterintenzionale. Gli inquirenti non escludono che che la furiosa aggressione da parte della moglie – che dopo la lite si sarebbe diretta nel reparto di Psichiatria dell’ospedale di Pesaro dove pare fosse in cura da un po’ – di venerdì possa avere un nesso col decesso. Autopsia disposta per domani.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>