Urbino, il 12 aprile la Cittadinanza Onoraria a Maurizio Fallace

di 

7 aprile 2014

URBINO – Sabato 12 aprile 2014, alle ore 11.00 nel Teatro Sanzio di Urbino si terrà la cerimonia di conferimento della Cittadinanza Onoraria al dottor Maurizio Fallace, già Dirigente del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, di cui si ricorda il fondamentale ruolo svolto per la tutela e la valorizzazione dell’Archivio di Stato di Urbino.

 

Come si rammenterà, a metà degli anni Duemila, questioni organizzative, logistiche e finanziare avevano messo anni in discussione la permanenza a Urbino della sede dell’Archivio di Stato. L’allora sede di Palazzo Corboli, in via Veneto, non aveva più le caratteristiche di continuità che l’istituzione archivistica doveva assicurare. Le difficoltà di individuazione di altre collocazioni aveva generato una situazione di incertezza. A quel punto era diventata imminente la decisione dell’amministrazione statale si trasferire i documenti di Urbino nella sede dell’Archivio di Stato presente a Pesaro. L’Amministrazione comunale, supportata da altre Istituzioni, aveva contrato quella possibile spoliazione, e grazie a un concorso di energie aveva potuto trovare una soluzione al problema, individuando gli spazi di Palazzo Pascoli (Via Piano Santa Lucia, n. 11), dove dal 2007 l’Archivio di Stato di Urbino è idoneamente collocato.

 

 

Ricostruendo i fatti che hanno portato a una risposta positiva sui temi dell’Archivio di Stato, emerge il ruolo fondamentale svolto dall’allora Direttore Generale per gli Archivi, il dottor Maurizio Fallace. Il Dirigente del Ministero per i Beni Culturali aveva compreso l’unicità di Urbino, la caratura del suo patrimonio culturale, e si era speso con grande energia per individuare delle soluzioni al problema. Il suo intervento diretto sospendeva i propositi di trasferimento a Pesaro. All’epoca, l’arrivo a Urbino del Direttore Generale per gli Archivi per ben due volte nell’arco di un mese, allo scopo di seguire e approfondire in prima persona le questioni, aveva dato il senso dell’importanza che il dottor Fallace attribuiva al patrimonio archivistico urbinate e alle istanze che giungevano dalle Istituzioni cittadine. In quelle settimane di intenso lavoro nasceva un forte legame fra il dottor Maurizio Fallace e la città. Volendo sancire ufficialmente quella sintonia di intenti culturale, il Consiglio comunale ha deliberato all’unanimità di conferire al dottor Maurizio Fallace la Cittadinanza Onoraria di Urbino.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>