Montella e Falcini: dall’Emilia Romagna arrivano i nuovi direttori di Marche Nord. Scopri i loro curricula

di 

8 aprile 2014

La squadra di Aldo Ricci è al completo. Il Direttore Generale presenta i suoi collaboratori, che sostituiscono, rispettivamente, Lorena Mombello e Michele Caporossi.

 

Montella, Ricci e Falcini

Montella, Ricci e Falcini

Non è tutto oro quello che luccica. E se lo dice Maria Teresa Montella, nuovo Direttore Sanitario dell’azienda Marche Nord, “veterana” – nonostante la giovane età – nella sanità emiliana, non sono proprio parole al vento. “Vengo dal Rizzoli di Bologna, dove sono stata direttore medico ed ho contribuito a molti dei cambiamenti che nell’ultimo decennio ha fatto la sanità emiliana. In poche parole quello che si sta facendo qua. Ma anche lì abbiamo avuto le nostre difficoltà nelle unificazioni. Siamo andati avanti malgrado le paure dei singoli dirigenti medici, e il vero vantaggio lo hanno avuto i cittadini”. Maria Teresa Montella è un fiume in piena durante l’incontro che si è svolto con i giornalisti per la sua presentazione e quella del collega, nuovo Direttore amministrativo, Franco Falcini. Entrambe vengono dall’Emilia Romagna, entrambe hanno partecipato alla riorganizzazione ospedaliera della Regione. “Pensate che da Bologna – continua la Montella -, la gente va a Porretta Terme per fare una radiografia. E si fanno 70 chilometri. Perché il punto è la qualità della prestazione. Ho partecipato alla riorganizzazione del Dipartimento Materno Infantile e quando abbiamo chiuso un ospedale che ogni anno faceva meno di 200 parti, non sono mancati i mal di pancia. Ma la qualità si fa sui volumi di attività. Più ne fai e meglio agisci”. Una ventata di cambiamento, quella che portano i due nuovi direttori, braccio destro e sinistro di Aldo Ricci.

 

Non meno significativa la nomina di Franco Falcini. Prima di tutto viene dal privato e non dal pubblico e negli ultimi 20 anni ha praticamente sempre ricoperto il ruolo di direttore amministrativo, con una parentesi da Direttore generale dell’azienda Usl di Cesena dall’aprile 2013 a dicembre 2013 dove ha seguito direttamente l’integrazione dei servizi amministrativi e tecnici delle 4 azienda sanitarie di Forlì, Cesena, Ravenna e Rimini diventate, alla fine del 2013, Area Vasta Romagna. Negli ultimi mesi, prima di accettare l’incarico di direttore amministrativo di Marche Nord, è tornato a ricoprire il ruolo di direttore amministrativo dell’area di Cesena assicurando la chiusura delle competenze amministrative e contabili dell’azienda incorporata nell’Area Vasta. Proprio a Cesana, era già stato direttore Amministrativo dal 2005 all’aprile del 2013. Importanti anche i ruoli ricoperti in Emilia, dal 2000 al 2005, come Direttore Amministrativo della Usl di Bologna . Fautore, dal 1995 al 1999, sempre come direttore Amministrativo, dell’unificazione delle due aziende di Rimini e Riccione guidando il passaggio dal sistema di contabilità finanziaria a quella economica.

 

Per Aldo Ricci una nuova squadra: “La nostra prima fase, guidata insieme a Lorena Mombello e a Michele Caporossi, è terminata. Ora ne inizia un’altra con tempistiche diverse, con la riorganizzazione dei posti letto e dei presidi con equipe unitarie che lavorano sugli stabilimenti di Pesaro e Fano. Questa fase è già iniziata ma va accelerata con questi due direttori che hanno già fatto questa esperienza in altre realtà”. Ricci continua: “Ci siamo presi un impegno per l’estate: garantire le ferie ed ridurre i tempi di chiusura e integrazione dei reparti. Lo abbiamo fatto con tante nuove assunzioni e prorogando i contratti a tempo determinato. La chiusura, quest’anno, deve essere basata sulla riduzione fisiologica delle attività”.

Dr. Franco Falcini

Classe 1955, Franco Falcini negli ultimi 20 anni ha praticamente sempre ricoperto il ruolo di direttore amministrativo, con una parentesi da Direttore generale dell’azienda Usl di Cesena dall’aprile 2013 a dicembre 2013 dove ha seguito direttamente l’integrazione dei servizi amministrativi e tecnici delle 4 azienda sanitarie di Forlì, Cesena, Ravenna e Rimini diventate, alla fine del 2013, Area Vasta Romagna. Negli ultimi mesi, prima di accettare l’incarico di direttore amministrativo di Marche Nord è tornato a ricoprire il ruolo di direttore amministrativo dell’area di Cesena assicurando la chiusura delle competenze amministrative e contabili dell’azienda incorporata nell’Area Vasta. Proprio a Cesana, era già stato direttore Amministrativo dal 2005 all’aprile del 2013. Importanti anche i ruoli ricoperti in Emilia, dal 2000 al 2005, come Direttore Amministrativo della Usl di Bologna . Fautore, dal 1995 al 1999, sempre come direttore Amministrativo, dell’unificazione delle due aziende di Rimini e Riccione guidando il passaggio dal sistema di contabilità finanziaria a quella economica.

 

Laurea in Economia e Commercio all’Università di Bologna, la carriera di Falcini inizia nel ’78 nel centro di formazione delle Camere di Commercio dell’Emilia Romagna diventando a breve dirigente delle attività, a cui segue la direzione della partecipata Axiter spa, finanziaria di proprietà di Cariplo, Bancoroma e Confcommercio. In Confcommercio diventa direttore dei servizi avanzati agli associati . Il suo primo incarico nell’ambito della sanità lo ricopre nel 1993 come direttore Amministrativo della casa di cura San Lorenzino di Cesena, ospedale privato che lascia per diventare Direttore amministrativo, nel ’95, dell’azienda sanitaria pubblica di Rimini.

Dr.ssa Maria Teresa Montella

Maria Teresa Montella, classe 1964, esce dalla Direzione medica dell’istituto Rizzoli di Bologna, dopo aver ricoperto il ruolo di Direttore per due anni (2011-2012), e arriva in Marche Nord con alle spalle una lunga esperienza di governance clinica e organizzativa.

 

Con una specializzazione in igiene, con orientamento in sanità pubblica e tecnica ospedaliera, il nuovo direttore sanitario prima di arrivare al Rizzoli, nel 2009, ha partecipato alla riorganizzazione di numerose attività: dal 2005 al 2009 è stata referente organizzativa del Dipartimento materno infantile, ha partecipato ai lavori di realizzazione della Casa dei Risvegli, alla progettazione della Maternità dell’Ospedale Maggiore, alla progettazione dell’area semi-intensiva di degenza e intensiva ed infettiva pneumologica dell’ospedale Bellaria, ed ha partecipato ai lavori della commissione nascita dell’Emilia Romagna. Questi sono solo alcuni stralci della sua lunga attività a cui, contemporaneamente, ha sempre associato una intensa carriera didattica nelle scuole professionali ed un’ampia attività scientifica con la pubblicazione di numerosi saggi e testi.

 

In realtà Maria Teresa Montella ha avuto anche una parentesi lavorativa proprio a Pesaro, nella ex azienda ospedaliera San Salvatore, dove il Direttore generale Ilia Gardi, nel 1998, la chiamò come consulente per il settore epidemiologico e di igiene ospedaliera .

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>