Volley Pesaro ha il calendario più difficile, ma nella corsa ai playoff potrebbe incidere anche la lotta per non retrocedere

di 

8 aprile 2014

PESARO – Quattro giornate alla conclusione della stagione regolare, quattro partite che decideranno le fortune, o le sfortune, di una squadra, che premieranno, o puniranno, il lavoro di tanti mesi.

 

 Un gran muro di Giulia Carraro (dalla pagina Facebook di Volley Pesaro)

Un gran muro di Giulia Carraro (dalla pagina Facebook di Volley Pesaro)

Cercando di capire cosa si nasconde dietro l’angolo, abbiamo giocato mettendo a confronto il calendario delle squadre che sono a caccia dei playoff, magari del primo posto che – giustamente – concede più probabilità di promozione.

 

E abbiamo sommato i punti delle avversarie per ricavarne un totale che potrebbe significare maggiori o minori difficoltà. In maiuscolo le gare in trasferta, in nero gli scontri diretti.

 

Questo il quadro che è emerso:

 

PERUGIA (52): PAGLIARE (22), Firenze (32), Bastia (43), TREVI (22): punti 119.

 

FILOTTRANO (52): FIRENZE (32), Cagliari (9), PAGLIARE (22), Todi (22): punti 85.

 

OLBIA (49): CAGLIARI (9), Todi (22), PESARO (48), Loreto (27): punti 106.

 

PESARO (48): Trevi (22), CASETTE (45), Olbia (49), RIETI (23): punti 139.

 

CASETTE D’ETE (45): RIETI (23), Pesaro (48), LORETO (27), Firenze (32): punti 130.

 

BASTIA (43): LORETO (27), Rieti (23), PERUGIA (52), Cagliari (9): punti 111.

 

Il calendario più difficile sembrerebbe quello del Volley Pesaro. E forse lo è davvero, pensando che ospiterà Trevi, in lotta per non retrocedere, e Olbia, che punta ai playoff, e dovrà giocare a Casette, che farà di quella partita l’ultima grande occasione, e Rieti, che potrebbe non essere ancora salva.

 

A prescindere dai punti che sommano le avversarie, Perugia sembra la grande favorita per il primo posto, anche se è attesa da due derby che, in quanto tali, possono riservare sorprese.

 

Il totale punti da affrontare depone a favore di Filottrano, a sua volta alle prese con un derby e con due scontri con squadre impegnate nella lotta per non retrocedere.

 

Già in B2 l’Alfieri Cagliari, alla seconda retrocessione consecutiva, virtualmente spacciato anche il Valdarno Volley, a dispetto dell’orgoglio mostrato con il Volley Pesaro, sono quattro le squadre che tentano di evitare l’ultima piazza rimasta, con Loreto – avanti di 5 lunghezze – che non può consentirsi alcuna distrazione: Loreto 27, Rieti 23, Pagliare, Todi e Trevi 22.

 

Davvero avvincente il girone C di serie B1, con sei squadre – abbiamo inserito Bastia perché l’aritmetica non l’esclude – in lotta per i playoff e quattro per non scendere di categoria. Proprio la lotta per non retrocedere potrebbe incidere in quella per la promozione. I testa coda sono addirittura otto.

 

Il Volley Pesaro ne affronterà subito uno, sabato alle ore 18,30 – ricordate – al PalaSnoopy e non a Campanara, il cui impianto è impegnato con la grande ginnastica ritmica.

 

E’ in arrivo la Lucky Wind Trevi, che nelle ultime quattro settimane ha conquistato 9 punti, un ruolino di marcia da salvezza tranquilla, anzi qualcosa di più…

 

“E’ vero, hanno riaperto la lotta per la salvezza e un’eventuale vittoria potrebbe cambiare la loro stagione. Inoltre, Trevi ci ha messo in difficoltà anche nella gara d’andata, quando riuscimmo a vincere solo al tie-break. Dovremo affrontarla come se ci trovassimo davanti a Filottrano, anche perché le umbre non verranno qui a regalare punti. Trevi si presenterà motivatissima, sapendo che non siamo imbattibili. Prendere punti a Pesaro sarebbe una grande spinta per la salvezza. Le mie ragazze dovranno giocare mettendoci l’anima”. Parola di Matteo Bertini, allenatore del Volley Pesaro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>