La città in lutto: è scomparso Saby D’Amico, il pesarese di New York. Il cordoglio delle istituzioni

di 

9 aprile 2014

PESARO – La città in lutto per la scomparsa di Saby D’Amico, il pesarese di New York, morto martedì mattina a 94 anni. Un personaggio straordinario, anzi unico, un punto di riferimento prezioso per i pesaresi che andavano nella Grande Mela e facevano tappa nella casa di Saby, a Port Washington, sempre aperta a tutti gli italiani, in particolare ai marchigiani e ai pesaresi.

 

Saby D'Amico premiato la scorsa estate dal vicesindaco Belloni

Saby D’Amico premiato la scorsa estate dal vicesindaco Belloni

Saby era uno straordinario riferimento per chi si recasse in visita o intendesse fare affari, per chi volesse studiare a New York o aprire un’attività, fosse un bar o un ristorante. A lungo protagonista nei Knights of Columbus, i cavalieri di Colombo, era presidente dell’Alma, Associazione lauretana marchigiani d’America, la cui sede è, appunto, a Port Washington.

 

Ogni estate -da 37 anni – trascorreva un paio di mesi di vacanze in città, alloggiando all’hotel Napoleon, sempre disponibile a una serata in famiglia (con i suoi cari residenti in città) o con gli amici, a patto si mangiassero le tagliatelle. Grande appassionato di calcio, ogni domenica mattina si metteva davanti alla tv per vedere il “suo” Milan. Ma era anche abbonato, e tifoso, della Vis. Lui aveva vissuto a Pantano.

Ricordiamo i bei momenti trascorsi in sua compagnia, il premio ricevuto dal Comune di Pesaro, il piacere di conversare parlando di baseball (Saby era caro amico del presidente dei New York Mets), una splendida serata da Nardini, a Fosso Sejore, e una colazione unica, ricca di ricordi snocciolati come un computer, in viale Trieste, il suo regno estivo, in compagnia di un altro pesarese d’America, Lorenzo Antonelli, figlio del nostro ristoratore Uldergo.

Il ricordo di Alberto Marchionni: “Era un uomo generoso”

Anche Alberto Marchionni, uno dei più cari amici di Saby, s’unisce al cordoglio per la scomparsa del “pesarese di New York”. “A Saby D’Amico mi legano mille ricordi, dalla sua casa di Port Washington alle mattinate in compagnia in Viale Trieste, andando a comperare i giornali sportivi: la Gazzetta dello Sport per lui, Tuttosport per il nipote juventino. Era impossibile non volergli bene, era un uomo molto generoso, con tutti, con le persone famose e quelle meno note. Sono tanti, a Pesaro e a New York, a essere in debito con lui, sempre pronto ad aiutare tutti”.

 

Cordoglio di Ricci e Seri per la scomparsa di Saby D’Amico, presidente dei marchigiani d’America

 

D'Amico e Ricci nel 2011

D’Amico e Ricci nel 2011

PESARO – Cordoglio del presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Matteo Ricci e dell’assessore ai Rapporti con i cittadini della provincia nel mondo Massimo Seri per la scomparsa di Saby D’Amico, 94 anni, presidente dell’associazione lauretana marchigiani d’America (Alma), molto conosciuto e amato a Pesaro, dove da più di 35 anni tornava per trascorrere le proprie vacanze.

 

“A nome della giunta e dell’intera comunità provinciale – evidenzia Matteo Ricci – esprimo alla figlia Andrea che vive a New York ed ai parenti che risiedono nella nostra provincia le più sentite condoglianze. Avevo ricevuto Saby nel 2011 in Provincia complimentandomi per il suo impegno a favore dei marchigiani riuniti nell’associazione da lui presieduta, esprimendo soddisfazione per la fedeltà alla città di Pesaro. Era una persona lucida ed ironica, attenta ai cambiamenti di questa città che amava molto. Con lui avevo parlato anche della situazione economica e politica italiana e statunitense e delle imprese della provincia che hanno sedi in America. Ho un bel ricordo di quell’incontro, conclusosi con uno scambio di doni che ancora conservo sulla mia scrivania”.

 

“Ci eravamo rivisti la scorsa estate a Fano – ricorda l’assessore Massimo Seri – in occasione dell’incontro dei ‘marchigiani fuori regione’. Era sempre attivo, ottimista, entusiasta della vita. Lo ricordo circondato dagli amici, mentre raccontava episodi e aneddoti della sua vita a New York”.

 

 

Un commento to “La città in lutto: è scomparso Saby D’Amico, il pesarese di New York. Il cordoglio delle istituzioni”

  1. Maurizio Prisco scrive:

    Ciao Saby, è stato un piacere condividere le ultime estati con te, anche se ti arrabbiavi quando perdevi a scopone.
    Riposa in pace.
    Maurizio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>