Concorsi revocati e dotazione organica dell’azienda Marche Nord, la Direzione fa alcune precisazioni

di 

10 aprile 2014

Revoca dei concorsi – La legge 189/2012 (c.d. Legge Balduzzi) ha riformato la disciplina relativa alle modalità di attribuzione degli incarichi di direzione di struttura complessa, modificando profondamente le modalità di espletamento dei concorsi. Per rispettare la legge e gli indirizzi emanati dalla Regione Marche sui criteri e modalità di espletamento delle procedure di conferimento di questi incarichi, l’Azienda ha dovuto revocare le vecchie procedure per attivare nuovi Avvisi in base alla normativa vigente. E’ comunque già in corso la determina di indizione del concorso per individuare il direttore della Farmacia Ospedaliera; a seguire saranno attivate le procedure per gli incarichi di Direzione delle Unità Operativa di “Riabilitazione” e “Geriatria”. Per quanto riguarda gli incarichi relativi alle Direzioni delle Strutture di Pronto Soccorso e Anestesia e Rianimazione, l’Azienda deve ancora attendere l’autorizzazione della nuova dotazione organica da parte della Regione.

 

Dotazione organica – In Regione si erano aperti due tavolo di confronto, conclusi il 7 aprile scorso, con le organizzazioni sindacali del comparto e della dirigenza allo scopo di creare protocolli d’intensa condivisi nei quali vengono trattati aspetti relativi alle modalità di assunzione del personale, ai rapporti di lavoro flessibili e alle disposizioni sull’organizzazione dipartimentali. Regole contrattuali importanti che consentiranno alle aziende sanitarie di effettuare il turn over del personale al 100% rispettando il tetto di spesa (- 1.4% della spesa del 2004). Contemporaneamente l’Azienda Marche Nord e i sindacati del comparto hanno creato un gruppo di lavoro per verificare il fabbisogno dell’azienda di alcune figure professionali di profilo assistenziale nell’ambito della nuova dotazione organica. Il prossimo 17 aprile si terrà un incontro con le organizzazioni sindacali del personale del comparto ed entro la fine del mese verrà stabilito un incontro anche con le organizzazioni sindacali della dirigenza. In conclusione, per chiarezza, oltre alla proroga di 30 tempi determinati, con il piano di riorganizzazione abbiamo recuperato 12 unità infermieristiche. Inoltre hanno preso e prenderanno servizio entro giugno 32 infermieri, di cui 27 tempi determinati e 5 tempi indeterminati. Un piano che integra 44 unità, a cui si aggiunge il turn over del personale che cessa per pensionamento, che ci consentirà di garantire le ferie estive e il recupero delle ferie arretrate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>