“Fano, campagna elettorale con buoni sconto: i Giovani Democratici dicono no”

di 

10 aprile 2014

FANO – La questione emersa qualche giorno fa – scrivono i Giovani Democratici di Fano – in merito allo scivolone in cui è incorsa una candidata della Lista Civica “Fano in Testa”, rappresenta in modo emblematico a cosa si possa arrivare pur di raggiungere un obiettivo politico. Siamo talmente abituati a sentire quotidianamente notizie di mercificazione della politica che siamo diventati quasi insensibili: nulla più ci meraviglia, anzi, siamo disposti a giustificare, a mistificare, quando invece dentro ciascuno di noi dovrebbero scattare repulsione e sdegno perché la politica è altro e non può scendere a questi compromessi.

Il nostro Paese è stato la culla del pensiero filosofico e della politica e non è possibile svenderla in questo modo, barattandola per uno sconto o per qualcosa di più. Questo episodio locale rientra nella fiera delle banalità in cui si chiede il voto in cambio di utilità, ma diventa particolarmente significativo in questo particolare momento che stiamo vivendo perché allontana gli elettori dalla “cosa pubblica” rendendo imprescindibile il ritorno alla “Buona Politica”, quella in cui ad agire siano persone preparate, mosse non da interessi personali ma da idee propositive e da un alto profilo morale indirizzato a raggiungere obiettivi volti a migliorare le prospettive del cittadino.

L’ episodio in questione offre anche lo spunto per una riflessione sui movimenti antipolitici che sono fioriti in questi ultimi anni proprio perché la vera politica si è persa nei meandri dei mille opportunismi , nei personalismi, anziché perseguire il bene della collettività , suscitando lo scetticismo del cittadino sfociato nella sfiducia nelle istituzioni pubbliche e manifestato attraverso l’assenteismo alle urne o, come in questi ultimi anni , nel voto di protesta.

I giovani democratici si discostano da atteggiamenti come quello emerso e denunciano questo pessimo sistema di fare politica auspicando un ritorno all’originaria gestione della cosa pubblica che è una scienza al servizio del popolo e pertanto deve essere affidata a persone competenti mosse da idee e motivazioni genuine e che perseguano il buon governo.

I Giovani Democratici di Fano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>