“Il primo maggio 20 persone finiranno in strada: bisogna trovare una soluzione subito”

di 

10 aprile 2014

Pierpaolo Bellucci* 

PESARO – Bisogna provvedere subito – senza perdere tempo – a trovare una collocazione per i 20 senza fissa dimora che il 30 aprile termineranno l’esperienza di accoglienza nel dormitorio di “Casa Speranza” a Fosso Sejore. Come Pesaro Povera ci siamo fatti carico di prendere in affitto una stanza per uno di questi, che da anni, pur essendo malato ed avanti con gli anni, viene sballottato dai Servizi sociali da un dormitorio ad una casa di accoglienza ad un appoggio temporaneo, senza fare quello sforzo minimo che potrebbe risolvergli la vita. Non si può pensare il welfare e la lotta all’emarginazione sociale con soluzioni tampone, ma occorre mettersi tutti insieme attorno ad un tavolo ragionando su ogni singolo caso, con fare costruttivo e non giudicante sulla vita di queste persone che hanno solo il difetto di essere nate in contesti più sfortunati del nostro, e di avere fatto qualche errore nel corso della loro vita.

*Coordinatore di Pesaro Povera

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>