Lettera aperta di Giorgio Giommi a Valter Scavolini: “Grazie per il passato, però quest’anno un piccolo sforzo potevi farlo”

di 

10 aprile 2014

Valter Scavolini all'Adriatic Arena

Valter Scavolini all’Adriatic Arena (foto Danilo Billi)

PESARO – Una lettera aperta a Valter Scavolini è stata scritta, sulla affollatissima pagina Facebook Noi, Pesaro e il Basket, da Giorgio Giommi, storico speaker della Vuelle. Parole, quelle di Giommi, rivolte allo storico patron biancorosso, rivolte col tu “per l’amicizia che mi lega da 40 anni a Valter Scavolini, e non vuol essere una mancanza di rispetto per l’illustre personaggio”.

“Mi dispiace tantissimo – scrive Giommi – ma avrei tanto da dire su come hai lasciato la nostra pallacanestro. Pesaro dovrebbe farti un monumento per tutto quello che hai dato a questa città… ma quest’anno bastava poco per non trovarci in queste condizioni… e solo tu avresti potuto darci quelle speranze e garanzie CONCRETE”.

“Pggi le parole stanno a zero – continua – tenuto conto che il nuovo gruppo dirigenziale è arrivato in corsa e senza un euro, peraltro anche senza sponsor principale. Dispiace caro Valter che TU quest’anno abbia dato il solo contributo di un consorziato qualunque. Pensa che, nonostante tutto, oggi la Vuelle da tutti i media è ancora chiamata “SCAVOLINI”. Personalmente posso affermare che almeno in questa stagione potevi dare una mano maggiore, poi ovviamente nell’anno a seguire avresti potuto mollare tutto. Grazie ancora per le immense gioie che ci hai regalato, il basket a Pesaro è stato e continuerà ad essere solo SCAVOLINI”. Firmato Giorgio Giommi.

4 Commenti to “Lettera aperta di Giorgio Giommi a Valter Scavolini: “Grazie per il passato, però quest’anno un piccolo sforzo potevi farlo””

  1. La tifosa scrive:

    La e sottolineo LA Squadra di Volley della città quest’anno ha dovuto chiudere per far si che i pochi sponsor presenti nel territorio fossero dirottati al basket. E guarda a cosa è servito il nostro sacrificio, a nulla.. Tutto torna..

  2. Gabriele scrive:

    E’ stato sponsor dal 1975 al 2013 per questo la chiamano ancora SCAVOLINI. Se faceva un piccolo sforzo quest’anno perchè non anche l’anno prossimo e così via….
    Se non si è in grado di trovare le risorse per fare un campionato di A1 nonostante gli spettatori, la piazza storica e bla bla bla che si giochi al livello che ci si può permettere.
    Basta piangere ed aspettare che arrivi il (solito) salvatore!

  3. Massimo scrive:

    Concordo con quello detto da Giorgio Giommi, perche’ bastava un piccolo sacrificio per salvarsi, si e’ vero che Scavolini e’ stato sponsor dal 1975 al 2013 spendendo parecchi soldi ma penso che ha ricevuto tanta visibilita’ dal basket, con vantaggi anche per l’azienda, ancora ci sono 4000 persone che vanno al palazzo a tifare Pesaro e anche io quando parlo di basket mi viene da dire “Scavolini”.
    Forza Vuelle e anche se si retrocede si fara’ il campionato minore ma non facciamo morire IL BASKET A PESARO

  4. Sandro spinetti scrive:

    Premesso che la Pallacanestro a Pesaro si chiama VUELLE !

    Tuttavia, a Walter Scavolini, come dice Giommi, dovete fargli un monumento.

    Il resto, purtroppo è la conseguenza di una MALA GESTIONE DEL SISTEMA BASKET, con costi assurdi che hanno inciso anche su Persone solide ed appassionate come Walter.

    Da avversario e grande amico dei Riminucci, Bertini, Marchionetti, Angelini ed altri ancora, auguro che Pesaro, patria di tantissimi Campioni, non sia costretta come Livorno. Per evitare questo, è ora che si Riformi il Sistema !

    In Bocca al Lupo !

    Sandro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>