Raffica di furti nella notte a Urbino, ladri anche da Maria Francesca Crespini

di 

10 aprile 2014

URBINO – Torna il terrore dei topi d’appartamento. Alle prime luci del giorno del 9 aprile i malviventi sono tornati a far visita nell’abitazione della professoressa e candidata sindaco con la civica C.U.T. Liberi Tutti Maria Francesca Crespini. Infatti l’abitazione di via Dini è stata  presa nuovamente di mira, ma fortunatamente con un “lieto”fine. Era il settembre 2012 quando nell’abitazione della Crespini e del marito, il medico e cantautore dialettale Duccio Alessandro Marchi, dei malviventi avevano fatto razzia di preziosi e contanti per un valore di circa 60.000€.

Un lieto fine questa volta. Non è stato trafugato niente, perché i proprietari si sono accorti che all’interno della casa si erano introdotti estranei. Come riporta la stampa locale, i malviventi non sarebbero riusciti ad accedere nella zona notte in quanto blindata (dopo l’accaduto del 2012),quindi avevano ammucchiato dell’argenteria e un pc a piano terra, intenti a penetrare nelle camere da letto.

Se ne sono accorti in tempo  i coniugi che hanno dato subito l’allarme, mentre i ladri fuggivano dall’abitazione lasciando il bottino ai proprietari. Sarebbero entrati nell’abitazione facendo un foro ad una persiana del piano terra.

Nella stessa notte altri 2 tentati furti, probabilmente si tratta della stessa banda; poco dopo le 3 a Mercatello sul Metauro  e Acqualagna attorno le 6 del mattino.

I malviventi avrebbero utilizzato come mezzo un’Audi nera, guidata da un terzo, anche se in casa Crespini-Marchi è sparita la chiave di una Mini che però è rimasta nel cortile di casa.

Caccia ai ladri all’alba, l’auto è stata intercetta dai Carabinieri di Cantiano, ma prima di arrivare al posto di blocco i malviventi hanno imboccato una strada di campagna dileguandosi a piedi. Facendo i rilevamenti del caso la vettura è risultata essere stata rubata a Siena nei mesi scorsi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>