Botte da orbi alla convivente: arrestato un 43enne a Vallefoglia

di 

11 aprile 2014

VALLEFOGLIA – Botte alla convivente con tanto di bottigliata lanciata. E poi ancora calci e pugni. L’ignobile gesto è stato compiuto da un 43enne di Vallefoglia, che sotto i fumi dell’alcol avrebbe picchiato la convivente.
Giunti sul posto, i carabinieri lo hanno arrestato. Non prima però di dover forzare la porta d’ingresso che, come rivela la versione online del Corriere Adriatico, era serrata dall’interno.
Devastato anche l’appartamento, scaraventati a terra tavolini e sedie della sala da pranzo. Oggetti e suppellettili frantumati, infissi divelti e a terra residui di sangue. I militari hanno subito compreso che il compagno violento si trovava ancora all’interno dell’abitazione.
Pare che i maltrattamenti andassero avanti da due anni. Il convivente quella stessa sera l’avrebbe addirittura minacciata con un coltello da cucina. I segni di tanta violenza hanno reso necessario il ricovero in ospedale con una prognosi di 20 giorni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>