Moto2: stellare la Caterham di Zarco, Corsi 10°, Morbidelli sul fondo. Moto3: comanda Vazquez, Antonelli e Bastianini bravissimi, Fenati 11°

di 

11 aprile 2014

 Moto 2, prove libere 1: la prima sorpresa, dopo 2’ dal via delle prove è vedere Mattia Pasini davanti a tutti. Un bell’inizio, anche se i tempi inizieranno a scendere in fretta. L’illusione dura poco e Pasini scende velocemente al 12° posto. Il più veloce dopo 6 minuti vede è Nakagami  (Kalex) davanti a tutti, seguito da West e da un Mattia Pasini che si riprende e vola al 3° posto. Là davanti manca Tito Rabat, protagonista in Qatar che per il momento è solo 17°. Altri 5’ e al 2° posto ecco arrivare Simone Corsi entre Alex De Angelis per il momento è solo 12°, Morbidelli 25° e Baldassarri 28°.  A 15’ dalla fine primo sussulto italiano: Corsi si porta 2° a 440 millesimi da Nakagami ma West in gran forma lo ripassa. Non è finita, perché Corsi sente la pista come pochi e addirittura sale al comando con 20 millesimi di vantaggio su Nakagami mentre Mattia Pasini è ottimo 4°. A 7’ dal termine, Zarco rompe le uova nel paniere è passa Corsi. Gran finale: il miglior tempo è di Zarco, poi la sorpresa Simeon, quindi il redivivo Rabat, Aegerter e Corsi ottimo 5° con Pasini buon 8°. Non male. Indietro invece De Angelis 14°, Baldassarri26°. Morbidelli 29°.

Moto2, prove libere 2

Anche la Moto 2, nella seconda tornata di libere, non ha lesinato con lo spettacolo. Motori uguali, Honda 600, telai diversi ma la differenza vera in Moto 2 la fa il polso destro e il coraggio del pilota. In questa classe “povera di elettronica” i “deraponi” in staccata e le “svirgolate” in accelerazione si sprecano. Nelle prime battute italiani in ombra con Corsi 10ecimo, Pasini 14°, De Angelis  23°  morbidelli 26° Baldassarri 28°.

A dieci minuti dalla fine del turno Corsi si dà una mossa e passa quarto mentre Zarco dà la zampata e si piazza davanti a tutti. A qualche secondo dalla fine delle prove il buon Cortese, dopo quella del Qatar,  anche ad Austin centra un’altra “bambolina” distruggendo la sua moto in una caduta tanto spettacolare quanto- per fortuna- incruenta.

Finisce così il turno con Zarco, Aegerter e Rabat classificati nell’ordine, 10° Corsi, 15° Pasini 17esimo De Angelis, 26esimo Baldassarri, 28° il buon Morbidelli che non vede l’ora di tornare  a gareggiare in  Europa dove qualche tracciato lo conosce.

 

moto222222222

 

Moto3, prove libere1: Due Honda (Rins e Vazquez)  davanti a due Ktm (Miller e Vinales) nel primo turno di libere. Tutti gli occhi sono puntati su Miller, vincitore in Qatar. L’austraiano si vede che ha la stoffa del campione e ko dimostra a ogni giro. Gli italiani? Non male, ma siamo solo all’inizio: Fenati chiude 7° davanti a Mcuti, così come Fenati che chiude 7° alle spalle ancPhee e Antonelli. Gli altri non benissimo, ma c’è tempo per rimediare: si salva Bastianini , bravo, che chiude 17°, Locatelli è 20°, Bagnaia indietro 21°, così come Tonucci 24°. Chiude il gruppo Ferrari, scivolato nel finale.

Moto3, prove libere2. Che spettacolo nel secondo turno di libere di Moto3. I “girini” della classe più piccola della MotoGp ci hanno dato dentro per tutto il turno con Vasquez che ha beffato nel finale, precedendolo di 12 millesimi, il coccodrillo australiano Miller che sin lì l’aveva fatta da padrone. Buon terzo Vinales e primo degli italiani il bravo Niccolo Antonelli sesto tempo distante 1’ 027 dal leader.

Ma la vera bella sorpresa  di questo turno di prove si chiama Enea Bastianini, classe dicembre 1997, da Rimini che in sella alla ktm del team GO& FUN ha conquistato la nona piazza. Il circuito di Austin è difficilissimo di suo è, per un esordiente, è difficile di più  ma il buon Enea ascoltando i preziosi consigli di Fabrizio Cecchini, tecnico di lungo corso riminese come il pilota, ha compiuto un piccolo capolavoro. Non proprio a suo agio Romano Fenati 11° lontano 1”748 da Vasquez: il “cinghialino” di Ascoli con la Ktm del team Sky byVR/46 sta faticando più del previsto, bravo l’altro esordiente in Texas Andrea Locatelli 16° con la Mahindra del team Italia; 21° Bagnaia; 22° Alessandro Tonucci, 27° Ferrari.

 

 

moto3fp2

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>