Volley Pesaro: metti una sera al… PalaSnoopy, ospite Trevi, terzultima e molto pericolosa

di 

11 aprile 2014

Dal PalaCampanara al PalaSnoopy, ma sempre a caccia di 3 punti

Dal PalaCampanara al PalaSnoopy, ma sempre a caccia di 3 punti

PESARO – La ginnastica ritmica ha imposto al Volley Pesaro di tornare al PalaSnoopy. Nessun problema per una società sempre attenta a rispettare le altre discipline sportive, ricavandone non sempre altrettanta. Riusciranno i politici pesaresi, pronti a salire al volo quando il carro del volley femminile portava scudetti e coppe, salvo scenderne al volo alle prime difficoltà, a non fare facile demagogia con questo splendido sport?

Dunque, Volley Pesaro – Lucky Wind Rieti si gioca alle canoniche ore 18,30, ma al PalaSnoopy, casa della società pesarese, in grado di ospitare duecento persone. Sarà bene affrettarsi, per non trovare posto.

La quarta della classe contro la terzultima. A pari merito – con Todi e Pagliare – ma ancora in rosso – quindi da squadra che oggi sarebbe retrocessa – nella classifica del girone C di serie B1, Trevi arriva a Pesaro sulle ali di una striscia positiva di  quattro partite, vincente da tre, con punti guadagnati prima perdendo al 5° set a il derby con Todi, poi superando Olbia, vincendo al tie-break a Loreto e dominando Firenze.

Non solo: l’inizio dell’altalena che ha contrassegnato la fine dell’andata e tutto il girone di ritorno del Volley Pesaro, avvenne a Trevi, il 21 dicembre, dove le ragazze di Matteo Bertini, presentatesi con un formidabile 8 -1 (otto vittorie, una sconfitta) soffrirono maledettamente, imponendosi in rimonta solo – e per fortuna – al tie-break, concluso 18-20. Una partita durata 150 minuti, record stagionale. La conferma che Trevi è una squadra di lotta…

“Si ama lottare e non molla mai – conferma coach Bertini -, anche quando la partita sembra compromessa, come è successo a Loreto, dove perdevano 2 set a 1 e si sono imposte al tie-break”. Chiuso 4-15 per le trevane.

Il precedente dovrebbe essere un vantaggio, se Carraro e compagne entreranno concentrate al massimo, fin dalla prima palla. Altrimenti ci sarà da soffrire, come domenica scorsa a Figline Valdarno, teatro, appunto, dell’ennesimo tie-break, il sesto. Tutti vinti, in verità, ma a questo punto, a sole quattro giornate dalla fine della stagione regolare, servono solo ed esclusivamente i tre punti. Non sarà facile conquistarli al cospetto di una rivale affamata, che contro Firenze ha dominato nel fondamentale – il muro – che stava per causare la sconfitta pesarese in Valdarno.

“Sono una buona squadra, in fiducia, grazie ai punti conquistati nel recente periodo contro squadre più quotate. Si stanno giocando la stagione, come noi, anche se con obiettivi diversi e questo complica ancora di più la partita”.

Avete dovuto cambiare il consueto programma settimanale. Problemi?
“No, assolutamente, anche perché ci alleniamo due volte a settimana al PalaSnoopy. Anzi, devo ringraziare sia la società sia gli allenatori che hanno rinunciato al loro allenamento per far spazio a noi”.

Giocare al PalaSnoopy è un vantaggio per voi o per Trevi?
“Per noi non cambia. Forse è più vantaggioso per loro perché in casa giocano in palazzetto piccolo e il PalaCampanara sarebbe stato più indigesto”.

 

Il programma completo della 23^ giornata:

Sabato
ore 18: Alfieri Cagliari – Angeli del fango Olbia
ore 18,30: Volley Pesaro – Lucky Wind Trevi; Fortitudo Città di Rieti – Azzurra Casette; San Michele Firenze – Lardini Filottrano.
ore 21: Lmd Group Pagliare – Gecom Security Perugia
ore 21,15: Volley Loreto – Edil Rossi Bastia

Domenica
ore 17,30: Todi Volley – Valdarno Volley

 

La classifica

Perugia e Filottrano 52
Olbia 49
Pesaro 48
Casette 45
Bastia 43
Firenze 32
Loreto 27
Rieti 23
Pagliare, Todi e Trevi 22
Figline 16
Cagliari 9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>