“Arte, tradizione e storia: il patrimonio turistico-culturale di Pesaro è prezioso, non disperdiamolo”

di 

12 aprile 2014

Fabio Arrigoni*

Piazza del Popolo Pesaro fontanaPESARO – Pesaro possiede un patrimonio storico-culturale di grandissimo pregio che purtroppo non riesce a vivere come risorsa ma che al contrario vive come peso, come fastidio e come ostacolo alla cementificazione che viene spacciata per sviluppo e progresso dall’amministrazione cittadina che ovviamente è responsabile dello scempio. L’amministrazione infatti non ha voluto e non ha saputo valorizzare le ricchezze che il territorio ha regalato alla città che se promosse con intelligenza, sarebbero potute diventare importanti risorse per la collettività in termini economici e di eventuali posti di lavoro. Del resto basta pensare alla splendida Domus romana di piazzale Matteotti, che sarebbe potuta essere un’attrazione importante, se tutelata ed esposta al pubblico ricavandone potenziali risorse a disposizione della città, ma che è stata invece ricoperta in fretta e furia ponendo sopra di essa l’ennesima colata di cemento diventata parcheggio. In alternativa potremmo parlare dei meravigliosi mosaici storici su più strati scoperti nel sottosuolo in alcuni cantieri edili, ma anch’essi coperti senza tanti clamori per evitare che in qualche modo potessero impedire i lavori nelle aree limitrofe. Per un breve periodo sono stati esposti al pubblico quelli ritrovati durante i lavori di pavimentazione al duomo, ma con molta discrezione, quasi fosse un fastidio. Il territorio di Pesaro dunque è ricco, ricchissimo di tesori archeologici e storici: basta scavare per rischiare di imbattersi in qualche ritrovamento di valenza storica, ma evidentemente gli interessi legati alla cementificazione sono molto più appetitosi della cultura e del richiamo che essa potrebbe avere su tanti visitatori stranieri appassionati alla storia del nostro Paese.

Per questo noi crediamo che sia fondamentale investire anche sul turismo storico e culturale a Pesaro valorizzando l’importante patrimonio storico e artistico tutelandolo e trasformandolo in risorsa da esibire pubblicamente raccontandone la storia attraverso i secoli che ce lo hanno regalato.
Ma Pesaro non è solo questo, Pesaro è anche la città della musica e di Gioachino Rossini nostro illustre concittadino; anche in questo senso siamo fortemente convinti che sia assolutamente necessario promuovere la nostra città in questa direzione, valorizzando tutto ciò che lo riguarda e che riguarda la musica trasformando Pesaro in città della musica non solo in occasione del Rof ma per tutto l’anno diffondendo in varie ore della giornata le opere rossiniane affinché possano venire riconosciute e apprezzate dagli ospiti presenti in città e dai pesaresi stessi che molte volte nemmeno le conoscono. Pensate quale ritorno potremmo avere organizzando concorsi e concerti musicali per giovani musicisti emergenti nei prestigiosi palazzi storici durante l’arco dell’anno aprendo al pubblico le meravigliose sale che ai più restano sconosciute.
Oppure organizzando sfilate e rievocazioni nelle date storiche fondamentali per la vita di Pesaro e del territorio limitrofo.

Il tutto andrebbe ad incastrarsi perfettamente con il turismo balneare classico e paesaggistico che potrebbe diventare un valore aggiunto se si coinvolgessero nel progetto anche gli albergatori e tutti gli operatori turistici della città potenziando inoltre gli uffici di assistenza a disposizione dei turisti.
Un altro passo importante, potrebbe derivare dallo sfruttamento della struttura fieristica approfittando della vicinanza con il casello dell’A14 e il facile raggiungimento da più direzioni, organizzando differenti  tipologie di fiere in vari periodi dell’anno che possano incentivare l’economia cittadina e l’indotto. Struttura che si presterebbe inoltre per feste di partito, convention e quant’altro.

A questo poi andrebbe aggiunto un inciso di una certa rilevanza:Il senso civico dei pesaresi ha dato segnali importanti in merito alla raccolta differenziata, ma ancora si è lontani da un efficiente piano del decoro cittadino poiché al calar del sole in città primeggiano i sacchi dei rifiuti in attesa che venga effettuata la raccolta porta a porta. Inutile dire che non è questo il miglior biglietto da visita per promuovere il turismo nella nostra città, e come già proposto più e più volte, noi riteniamo che un’ottima soluzione sarebbe quella delle isole ecologiche interrate ove possibile e simili.

Valorizziamo Pesaro per valorizzare noi stessi.

* Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Pesaro

Un commento to ““Arte, tradizione e storia: il patrimonio turistico-culturale di Pesaro è prezioso, non disperdiamolo””

  1. […] “Arte, tradizione e storia: il patrimonio turistico-culturale di Pesaro è prezioso, non dispe… sembra essere il primo su […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>