L’appello di Giampaoli: “Liberiamo Gioachino Rossini”

di 

12 aprile 2014

La statua di Gioachino Rossini

La statua di Gioachino Rossini

Stefano Giampaoli*

PESARO – La statua di Gioachino Rossini è segregata nel cortile del Conservatorio che porta il suo nome. E’ come se fosse agli arresti domiciliari! Liberiamo la sua immagine a favore dei turisti e di tutti i pesaresi. Questi ultimi così potranno ricordarsi, più spesso, del loro illustre concittadino e magari inorgoglirsi. Potrebbero, per esempio, allestire le vetrine dei propri negozi con oggetti che richiamino la sua memoria. Così ha fatto la città di Lucca per il suo Giacomo Puccini che ha posizionato una statua del compositore vicino alla casa natale. Diamo più aria al grande maestro pesarese che, seduto comodamente, sembra riflettere sui comportamenti dei suoi concittadini. Il nostro poeta dialettale Odoardo Giansanti (Pasqualon) nel 1889 ebbe a dire: “S’artornass chel por Gioachen / Ch’ l’à lasced tanti quadren / A trovè tutt cle och malè / El giria subte a scassè / El nom sua sopr’el porton / E l’avria già un po’ d’ ragion!”. (Se tornasse quel povero Gioachino / Che ha lasciato tanti quattrini / A trovare tutte quelle oche li / Andrebbe subito a rimuovere / Il nome suo sopra il portone (di casa sua) / E avrebbe anche un po’ di ragione!). Franco Bertini, in un suo commento del 7 agosto 2013, ha sostenuto giustamente che Pesaro non è una città di musica ma “sulla” musica. Dobbiamo ancora decidere se Gioacchino ha una “c” o due. Per esempio, Pasqualon scriveva il nome con una sola “c” ma l’epigrafe sulla casa natale del musicista ne riporta due. Così il suo nome sul piedistallo del monumento. Sicuramente la statua, facendo pochi passi, starebbe meglio nel piazzale Olivieri. Oppure in Piazzale Collenuccio o potrebbe ritornare di fronte alla stazione ferroviaria dove sembra venisse inaugurata il 21 agosto 1864. Questa proposta è rivolta a tutta la classe politica cittadina. Con pochi soldi spesi si otterrebbe un grosso beneficio per la città.

*Candidato al Consiglio Comunale per la lista “Solidarietà Liberi x Pesaro”

3 Commenti to “L’appello di Giampaoli: “Liberiamo Gioachino Rossini””

  1. […] L’appello di Giampaoli: “Liberiamo Gioachino Rossini” sembra essere il primo su […]

  2. Peppe Patrone scrive:

    Grande Steve!!!……in questo momento ci sono problemi più urgenti ….mi sa…..ad es. la retrocessione della scavo!!!

  3. Gabriele scrive:

    Penso che non sia il momento e neppure il caso di concentrarsi su queste inezie. Un turista non viene a Pesaro per vedere la statua. Prima dobbiamo offrire una città competitiva dal punto di vista turistico. La statua è un contorno, noi dobbiamo offrire la bistecca.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>