Pisaurum-Loreto, il derby al vecchio palas visto da Martinelli

di 

12 aprile 2014

Enrico Martinelli (foto Danilo Billi)

Enrico Martinelli (foto Danilo Billi)

PESARO – Fermo il campionato di serie A, le attenzioni cestistiche domenicali dei pesaresi sono sul derby che si disputerà al vecchio palas fra Pisaurum e Loreto che già all’andata aveva richiamato un gran pubblico. Chiusura col botto, dunque, in Dnc con un’ultima giornata di regular-season che promette scintille. Anche se i due punti non servono né al Pisaurum (già secondo e pronto per i playoff) né al Loreto (salvo e pronto al rompete le righe).

“La nostra motivazione è quella di vincere per concludere la stagione col sorriso” dice Enrico Martinelli, classe ’75, veterano dei gialloneri. “Io gli stimoli li ho sempre, gioco da una vita ma sento la competizione, che conti o meno per la classifica”.

All’andata era finita con aspre polemiche fra i due coach, Foglietti e Surico, ma la cosa è finita lì e Martinelli invita a ritrovare serenità.
“Un diverbio che forse è stato anche gonfiato a fine gara. In campo, dopo il fallo di Gattoni, la cosa era stata risolta in fretta. I giocatori magari giocano duro, ma senza scorrettezze. Domani al palas ci saranno tanti bambini, dobbiamo dare un buon esempio sotto il profilo comportamentale – è il suo invito -, vedremo di regalare un degno spettacolo di basket”.

Loreto andrà in campo sereno, i rimpianti ormai sono dietro le spalle.
“Abbiamo sprecato delle occasioni in precedenza, ci sarebbero bastati due punti in più. Ma abbiamo anche vinto delle gare inaspettate, per cui forse tutto si è pareggiato. Peccato – conclude -, perché se fossimo arrivati noni avremmo incrociato proprio il Pisaurum: e un derby nei playoff sarebbe stato il massimo”.

Intanto, Martinelli, sposato con l’ex giocatrice di serie A Marte Alexander, guarda al futuro.
“Quella di domenica sarà la mia ultima gara con la maglia del Loreto, una casacca a cui sono affezionato, visto che l’avevo già indossata quando avevo appena 14 anni, facendo il decimo e Loreto giocava in Promozione la domenica mattina. Ma a luglio diventerò padre per la seconda volta e non posso più rispettare gli impegni che una categoria così impegnativa richiede, fra allenamenti e trasferte. Cercherò una squadra nelle minors per divertirmi, in Dnc è giusto che giochino i giovani”.

Il vecchio palas merita una cornice adeguata all’evento: palla a due domenica alle 18.

loreto basket sponsor

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>