Tom Sykes è il re della superpole: ad Aragon chiude 1°, Melandri è 7°. La Dorna costretta a cancellare il Gp di Russia per i problemi in Crimea

di 

12 aprile 2014

Si è nascosto sino all’ultimo minuto. Poi, è uscito allo scoperto ed ha infilato come sempre la Superpole. Tom Sykes era sceso a malapena sotto l’1’58 nelle libere. Poi, al momento buono,  il campione del mondo in carica ha fermato il cronometro sul tempo di 1’56.479 con gomma da tempo per assicurarsi la ventesima pole position in carriera, mancando per poco più di un decimo il giro. In prima fila anche Loris Baz e Sylvain Guintoli, mentre Davide Giugliano apre la seconda fila davanti a Jonathan Rea e Chaz Davies. Grande equilibrio, con i primi sette piloti (il 7° è Melandri) in solo mezzo secondo.

Tom Sykes, mister Superpole, anche ad Aragon non ha deluso i suoi fans

Tom Sykes, mister Superpole, anche ad Aragon non ha deluso i suoi fans

Da segnalare, a margine delle prove, il comunicato rilasciato dalla Dorna con il quale l’organizzazione del mondiale Sbk rinuncia quest’anno al Gp della Russia che era in programma sul Moscow Raceway il prossimo 21 settembre.

Dice il comunicato: “L’attuale situazione politica impedisce ad alcuni partner, essenziali per lo svolgimento delle attività, di partecipare alla preparazione dell’evento. Con il rammarico per la scelta obbligata di cancellare il Round in Russia, le due parti confidano nella solidità del rapporto tra loro e di comune intento continueranno nell’organizzazione del prossimo evento previsto per il 2015 e per i successivi, fino al 2021, come da contratto”.

Assai probabile che a questa decisione si sia arrivati dopo le recenti vicende politiche verificatesi in Crimea. In mancanza dei minimi requisiti di sicurezza la Dorna, come sempre, prende la decisione migliore per salvaguardare piloti e team

sbkkkk

Per quanto riguarda la Supersport, prima fila per Coghlan seguito da Jacobsen e Cluzel. Settimo posto per Zanetti. Gli altri italiani: 9° Russo, 11° Tamburini, 12° De Rosa, 14° Gamarino, 18° Bussolotti, 19° Rolfo, 21° Nocco.

In Superstock 1000, pole dell’argentino Mercado davanti a Jezek e Bergman. Ottimo 4° e 5° posto per Savadori e Massei, 8° D’annunzio, 11° Cecchini e 12° Grotzkyj Giorgi, in grade spolvero con una moto che solo da poco comincia a conoscere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>