Da Mondavio a Rotterdam: il maratoneta Gargamelli sfonda il muro delle 2 ore e 18 minuti e si tinge d’Azzurro

di 

13 aprile 2014

Obiettivo centrato: Andrea Gargamelli taglia il traguardo della maratona di Rotterdam (domenica 13 aprile) fermando il tempo a 2 ore 17 minuti e 18 secondi. Per l’ingegnere biomedico ventiquattrenne di Mondavio si aprono le porte della nazionale sui 42 chilometri e 195 metri.

La presentazione di Andrea Gargamelli

La presentazione di Andrea Gargamelli

Come è noto il percorso olandese è considerato unanimemente tra i più veloci e quindi il più adatto per fare il tempo. Il giovane fanese, da 4 anni è vive nel capoluogo Dorico ed è iscritto alla A.S.D. Sef Stamura ma il suo cuore batte un po’ anche per il team ColleMar-Athon, la maratona dei valori che prenderà il via domenica 4 maggio. Vicino a Gargamelli il centro medico Futur Sport del dottor Stefano Ripanti dove è stato sottoposto ad accurati test da parte del dottore in Scienze Motorie Francesco Mazzanti, tra questi il noto test di Mader che ha lo scopo di valutare attraverso prelievi di sangue capillari, la soglia aerobica e la soglia anaerobica per stabilire con accuratezza battiti cardiaci e velocità più idonei da mantenere durante la maratona di Rotterdam. Il ragazzo è allenato ad Ancona da Fabrizio Dubbini, la sua preparazione per la maratona è iniziata ufficialmente a gennaio con il “trasloco” per un mese in Kenya al Rosa Training Camp (Kaptagat), seguendo il gruppo di allenamento del coach Claudio Berardelli, allenatore di molti campioni Kenyani con il quale a conquistato innumerevoli medaglie olimpiche e mondiali. Oltre 4 mesi di intesa preparazione hanno portato a grandi risultati e per Andrea Gargamelli si avvia un nuovo percorso e la maglia azzurra è sempre più vicina.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>