Moto3: Miller perfetto, ma dietro Fenati è stato stratosferico, spagnoli ko. Moto2, super Maverik, Corsi 5°, De Angelis 8°, Pasini cade ma chiude 12°

di 

13 aprile 2014

Mentre i piloti della Moto 3 si apprestavano  a comporre lo schieramento di partenza sul circuito di Austin in Texas, la domanda d’obbligo era: pioverà? Il cielo scuro e le nuvole nere non promettevano nulla di buono  e in questo clima di incertezza  si parte con Miller che fa subito la lepre  precedendo Vasquez e Marquez. Al primo giro Antonelli è settimo , dietro di lui Fenati, quindi nell’ordine Bagnaia e  Masbou, pilota del team pesarese Ongetta –Rivacold.

Incredibile Miller, che festeggia impennando la sua seconda vittoria consecutiva

Incredibile Miller, che festeggia impennando la sua seconda vittoria consecutiva

Si scaldano le gomme e Fenati inizia a prendere un bel ritmo che, a 13 giri dalla fine della gara, lo porta in quinta posizione e in avvicinamento a Rins. Ottavo posto per Antonelli, 10ecimo Bagnaia, 19esimo Tonucci autore di una bella rimonta dopo una brutta partenza.

Quanto sfortuna per Antonelli: una scivolata lo ha messo fuori causa

Quanto sfortuna per Antonelli: una scivolata lo ha messo fuori causa

Marquez si fa sotto e supera Vasquez e tra i due è un gran bel duello  mentre Miller davanti guadagna qualche metro complice la battaglia dei due hondisti  intanto Antonelli, purtroppo, cade a dieci giri dalla fine della gara.

Nel frattempo Fenati è il più veloce in  pista ed  ha conquistato la quarta piazza, settimo Masbou,  8° Bagnaia, 14° Bastianini, 16esimo Tonucci.

Fenati va forte, gira più veloce di tutti e aggancia i primi tre quindi supera Marquez e , a quattro giri dal termine, aggancia la seconda piazza con un sorpasso da manuale. Da questo momento è impossibile raccontare cosa succede in pista perché è accaduto di tutto: sportellate, sorpassi sul filo insomma spettacolo con Fenati che entusiasma, attacca Miller cercando il sorpasso all’esterno mentre a poche curve dal traguardo Marquez cade.

Vince Miller, l’australiano che tra qualche anno arriverà in MotoGp a infastidire Marc  Marquez, secondo un maestoso Fenati che incassa direttamente sulla pista le congratulazioni di Valentino, terzo Vasquez.

Alessandro Tonucci appena fuori dai punti: ma per lui grande gara lo stesso

Alessandro Tonucci appena fuori dai punti: ma per lui grande gara lo stesso

Bravo Masbou, sesto,  7 °Baganaia; 13esimo l’esordiente Bastianini, 16esimo Tonucci autore di una bella rimonta (“La gara non è andata come mi aspettavo ha detto Tonucci a fine gara -. Per il giro secco eravamo quasi al 100% ma per la gara ho faticato tanto come tutte le Mahindra. Abbiamo iniziato a lavorare bene da questa gara quindi è solo un inizio”), 25esimo Locatelli, sfortunato il suo compagno al team Italia Lombardi, caduto alla prima curva.

moto3race

Moto3classMoto2.

La pioggia tanto temuta è arrivata mentre i piloti si  stavano schierando, una spruzzata e… partenza rinviata. Poi il vento ha “spazzato” il cielo e via: nuova procedura di partenza con gara asciutta.

Partiti e alla prima curva …filotto: sei piloti a terra tra loro anche Pasini e Morbidelli. Cinque di loro, escluso Salom, riprenderanno la pista mentre Simon è in testa e battaglia con Aegerter.

Dietro  è l’inferno poi arriva alla velocità doppia del consentito in staccata  l’arrembante Zarco che centra Simon e vanno tutti e due giù per terra mentre Corsi è il primo degli italiani con il suo settimo posto, tre piazze più indietro il sammarinese De Angelis.

Maverik Vinales davvero stratosferico oggi: prima vittoria dopo solo due gare in Moto2

Maverik Vinales davvero stratosferico oggi: prima vittoria dopo solo due gare in Moto2

 

I fuggitivi a questo punto sono quattro:Simeon, Aegerter, Vinales e Kallio e si procede così fino a quando, a sette giri dal termine Simeon sbaglia e passa quinto mentre Kallio e Rabat, compagni di squadra, si danno delle botte che al loro box si mettono le mani nei capelli.

Titone Rabat è uno tosto e ben presto si accapiglia con Aegerter mentre Vinales, zitto zitto ma veloce veloce, va in testa. Il pilota iberico prende il largo quando mancano  quattro giri dalla fine e da lì, per lui, sarà una cavalcata solitaria.

Vinales è al debutto in Moto2 e quel vecchio volpone di Sito Pons, ex pilota suo team manager, aveva visto giusto ad  ingaggiare Maverick che ha vinto già alla seconda gara. Dietro di lui Titone Rabat che anche oggi si è arrabattato il giusto ma non è servito per vincere, terzo Aegerter, primo degli italiano un bravo Simone Corsi, quinto, poi al decimo posto De Angelis.

Bravissimo Pasini 12esimo e autore di una fantastica rimonta dopo il botto alla prima curva, molto bravo anche Morbidelli compagno di sventura di Pasini e 17esimo al traguardo; caduta senza conseguenza per il marchigiano Baldassarri.

Moto2race oto2class

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>