Robur Tiboni, il presidente Sacchi sorride alla stagione: “Obiettivi centrati con un budget ridotto. Adesso vedremo il da farsi”

di 

14 aprile 2014

URBINO – Finisce con una sconfitta per 3 set a 0, contro la Nordmeccanica Rebecchi Piacenza, l’avventura nei playoff scudetto della Robur Tiboni Urbino Volley. Troppo forti le emiliane per le marchigiane apparse, però, svogliate e poco reattive. Non c’è stata quasi mai partita, Bosetti e compagne hanno dominato per tutta la gara senza sforzarsi più di tanto.

Si conclude, quindi, una stagione che si può definire positiva per le ducali, partite con l’obiettivo della salvezza ma che non sono mai state coinvolte nella lotta per non retrocedere. La conquista dei playoff è stata la ciliegina sulla torta di una stagione che ha visto la Robur Tiboni Urbino Volley ridimensionare i propri obiettivi e budget rispetto alle passate stagioni rimanendo pur sempre protagonista. Ora bisogna pensare al futuro, con diversi scenari che potrebbero proporsi ma per questo bisogna attendere la prossima settimana quando il gruppo dirigenziale si incontrerà per parlarne.

Chateau d'Ax Urbino volley Giancarlo Sacchi“E’ finito un altro campionato – ha detto Giancarlo Sacchi, il presidente della Robur Tiboni – Credo che anche questa stagione, almeno sotto l’aspetto sportivo, abbia dato delle grosse soddisfazioni ai nostri tifosi e sponsor, oltre che a tutti coloro che ci seguono con simpatia. Avevamo costruito una squadra con l’obiettivo della salvezza e ci siamo ritrovati a disputare i playoff scudetto. Un grande risultato, considerando il budget e le difficoltà incontrate per allestire un gruppo squadra totalmente nuovo. Merito delle giocatrici e dei tecnici ma anche della società e di chi ci ha sostenuto economicamente. Merito di una tifoseria e della gente di Urbino che non è mai mancata a sostenere questa squadra nelle gare casalinghe ed in trasferta. Adesso ci attende il futuro ed una programmazione per la prossima stagione. Ho chiesto ai miei collaboratori una settimana di pausa e di riflessione, subito dopo le festività pasquali ci incontreremo per capire cosa possiamo fare”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>