“Passeggi, Sassonia Sud, Fano ecologica… Solo promesse dopo 10 anni di nulla. E il cartellone eventi è ancora fermo al 2013″

di 

15 aprile 2014

FANO – Facciamo veramente fatica a riportare alla mente le immagini di quando Fano era una meta turistica. Inizia così una nota firmata Comitato Mascarin2014.

Siamo in campagna elettorale – continua – e molti esponenti dell’attuale maggioranza continuano a tirare fuori dal cilindro delle idee per rilanciare il turismo. Ecco il problema, le idee. Vogliamo ricordare a queste persone che sono loro, almeno attualmente, a dover agire, non a parlare di progetti mai realizzati in passato, avendo avuto 10 anni di tempo e tutte le possibilità per rendere reali le loro idee.

Proprio in questi giorni stiamo sentendo parlare della “Promenade” di Sassonia Sud, di riqualificare aree lasciate in stato di degrado per anni. Sentiamo parlare di progetti per i Passeggi, dopo che negli ultimi dieci anni il piccolo parco cittadino è diventato simile a una discarica. Sentiamo parlare di Smart City e Città Ecologica quando l’unico e insufficiente progetto di bike sharing è stato un’iniziativa provinciale. Sentiamo parlare di Parco Cittadino all’ex campo d’aviazione quando il Comune non è neanche in grado di abbattere le reti abusive che impediscono alle persone di usufruire in pieno almeno del prato pubblico.

Non vogliamo certamente i miracoli, conoscendo il modo di pensare e agire degli attuali amministratori cittadini. Ci accontentiamo delle piccole cose, però almeno quelle le pretendiamo. Vogliamo ricordare che siamo arrivati alla settimana di Pasqua che tradizionalmente segna l’inizio della stagione turistica. Il “cartellone degli eventi” presente nelle passeggiate del mare (Lido e Sassonia) è ancora quello del 2013. Però i pochi turisti che coraggiosamente ancora scelgono la nostra città hanno la possibilità di vedere lungo la camminata del Lido la vela pubblicitaria di un candidato sindaco parcheggiata in zona centrale per tutto lo scorso fine settimana, in barba ai regolamenti e alle leggi.

Non chiediamo molto, ma almeno il minimo sindacale per non perdere l’ennesima stagione turistica per la nostra città.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>