La lista Vallefoglia 2014-2024 a Talacchio. Dionigi e Brizi: “Sicurezza, riqualificazione aree industriali e nuova scuola”

di 

16 aprile 2014

Brizi e Dionigi, rispettivamente candidato vicesindaco e candidato sindaco per Vallefoglia con la lista civica di centrosinistra Vallefoglia 2014-2024

Brizi e Dionigi, rispettivamente candidato vicesindaco e candidato sindaco per Vallefoglia con la lista civica di centrosinistra Vallefoglia 2014-2024

TALACCHIO – Il tour della lista Vallefoglia 2014-2024, che appoggia il candidato sindaco Andrea Dionigi e il candidato vicesindaco Emanuele Brizi, ha fatto tappa ieri sera (15 aprile) a Talacchio.

 

OGNI FRAZIONE SARA’ RAPPRESENTATA. NO AD ALLEANZE CON LA DESTRA

Prima, una precisazione: “Abbiamo deciso di presentarci insieme – hanno spiegato Dionigi e Brizi – per rappresentare nel migliore dei modi la fusione dei comuni di Sant’Angelo in Lizzola e Colbordolo: Andrea Dionigi è di Montecchio, Emanuele Brizi è di Cappone. Noi non facciamo cene, noi tutti i giorni incontriamo i cittadini ascoltando problemi e suggerimenti. Per questo il nostro comitato si allarga di giorno in giorno e la lista che depositeremo a breve comprende rappresentati di ogni frazione del nuovo Comune di Vallefoglia. Noi non abbiamo nulla contro una persona, noi ci candidiamo contro un modo vecchio di fare politica. Quella che sbandiera ma poi non ammette le primarie, che gioca sui compromessi, che per paura di perdere fa alleanze con la destra che fino a poco tempo fa in Comune a Sant’Angelo in Lizzola era all’opposizione. A distanza di 40 anni, a livello locale, ci ritroviamo sempre con le stesse persone che campano di politica vita natural durante: noi, invece, ci proponiamo come alternativa valida e credibile di centrosinistra, con un gruppo formato da persone preparate, competenti, che si prestano alla politica a tempo determinato per il bene delle collettività”.

 

RECUPERO AREE INDUSTRIALI E PIU’ SICUREZZA

“Grazie alla fusione, il nuovo Comune avrà fondi da investire – ha spiegato il candidato vicesindaco Emanuele Brizi – Noi puntiamo sul taglio della tassazione per famiglie e lavoro, sul miglioramento dei servizi e su maggiori investimenti pubblici. Ai primi punti abbiamo la sicurezza: intendiamo migliorare l’illuminazione pubblica, implementare la videosorveglianza, lavorare sul decoro urbano. Il punto fondamentale: no alla costruzione di nuovi centri commerciali, ad eccezione di quelli a scopo culturale o sociale, e sì al recupero dell’esistente. Ovvero sì alla riqualificazione di tutti i nostri splendidi borghi storici ma anche delle aree industriali oggi praticamente chiuse e degradate, come quella della Piana di Talacchio, tagliando gli oneri accessori ed estendendone l’uso commerciale, come già è avvenuto per il Comune di Sant’Angelo in Lizzola, per aiutare gli imprenditori ad aprire, senza problemi e costi, un punto vendita al dettaglio nella loro azienda. Anche per le aree 6T e 7T, approvate in via definitiva lo scorso dicembre, abbiamo diverse idee: saranno tra i primi punti che affronteremo da amministratori”.

 

RIQUALIFICAZIONE URBANA E SCUOLE

“Intendiamo riqualificare tutti i nostri spazi pubblici: piazze, strade, marciapiedi. Le nostre piazze, specialmente nel Comune di Colbordolo dove negli ultimi 5 anni, da bilancio pubblico, sono stati investiti zero euro, sono in pratica solo parcheggi. Senza togliere posti auto possono essere migliorati e diventare punti di aggregazione e incontro. Visto quanto accaduto nella frazione di Montecchio intendiamo poi costruire una nuova scuola e mettere ulteriormente in sicurezza quelle già esistenti. Ma i fondi di cui potremo godere, sempre nell’ambito scolastico, saranno da noi impegnati anche a tutela delle famiglie per abbassare il costo del trasporto scolastico e della mensa scolastica”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>