Ammortizzatori sociali in deroga, niente finanziamenti: protestano i sindacati

di 

23 aprile 2014

PESARO – Domani giovedì, 24 aprile, alle 9.30, Cgil, Cisl e Uil saranno in piazza del Popolo – di fronte a palazzo Ducale – per protestare contro il mancato finanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga. Alle 10.30 un delegazione sarà ricevuta dal prefetto Attilio Visconti.

I sindacati forniscono anche gli ultimi dati sulla situazione degli ammortizzatori nella nostra provincia. Numeri da brivido, come si evince qui sotto:

  • A MARZO 2014 LE ORE COMPLESSIVE DI CIG SONO STATE 1,6 MILIONI (più che raddoppiate rispetto a marzo ’13), di cui 1 milione di cig in deroga (+1033% su Marzo ’13)
  • NEL PERIODO GENNAIO/MARZO 2014 LE ORE COMPLESSIVE DI CIG AUTORIZZATE SONO STATE 4,6 MILIONI (+ 138% su stesso periodo ’13), di cui 2,3 milioni di cig in deroga (+ 551%)
  • NEL 2008 LE ORE DI CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA AUTORIZZATE ERANO 123.000
  • NEL 2013 LE ORE DI CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA SONO PASSATE A 5,25 MILIONI
  • NEL PERIODO GENNAIO/MARZO 2014 LE DOMANDE DI ASPI, MINI ASPI E MOBILITA’ ALL’INPS SONO STATE 6709 (erano 4480 nello stesso periodo del 2013, con un incremento del 50%)

 

“La situazione è destinata addirittura a precipitare – scrivono Cgil, Cisl e Uil –  se il Governo non provvede tempestivamente a rifinanziare in maniera adeguata la cassa integrazione e la mobilità in deroga. Occorre ricordare che nel 2013 la cassa integrazione in deroga ha consentito di tutelare 18.706 lavoratori e lavoratrici marchigiane occupati in 4.651 aziende e gli importi complessivamente erogati sono stati pari a 45,4 milioni di euro. Per i lavoratori delle aziende artigiane, tale cifra è stata integrata dagli interventi dell’Ente Bilaterale (EBAM). La mobilità in deroga ha invece tutelato 1.443 lavoratori e lavoratrici  per un importo complessivo di 6,6 milioni di euro. Per quanto riguarda il 2014, si stima con prudenza che sono necessari almeno 34 milioni di euro per coprire il fabbisogno presunto fino a giugno. Tuttavia, delle risorse previste nella Legge di Stabilità (1.600 milioni di euro), finora il Governo ha provveduto ad assegnare solo 400 milioni di euro (11,6 milioni per le Marche); risorse che tra l’altro sono servite per chiudere l’anno 2013. La  situazione è quindi gravissima”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>