Filarmonica Rossini: lezione-concerto al centro residenziale Santa Colomba

di 

23 aprile 2014

La Filarmonica Rossini in concerto

La Filarmonica Rossini in concerto

PESARO – “Una concerto per portare la musica ‘alta’ fuori dai circuiti consueti, ma anche per provare a restituire alla Città l’immenso affetto che ha accolto il debutto della Filarmonica Rossini”.

Con queste parole i maestri Michele Antonelli e Paolo Marzocchi, direttori artistici della Filarmonica Gioachino Rossini, presentano la nuova iniziativa dell’orchestra: una prova aperta, una lezione-concerto con l’obiettivo di raccontare cosa si nasconde dietro le note di una partitura e come da quelle note sempre uguali può  nascere una esecuzione sempre diversa.

Questa volta il “teatro” della Filarmonica sarà il centro residenziale per anziani Santa Colomba di Pesaro.

“L’idea ci é venuta durante la preparazione del calendario delle prove per i prossimi impegni dell’orchestra – afferma il maestro Antonelli -, volevamo provare a condividere non solo il concerto ma anche una parte della sua preparazione. Così abbiamo deciso di portare, per una volta, l’orchestra verso il pubblico”.

L’iniziativa ha trovato l’immediata disponibilità della direttrice del Santa Colomba, Simona Zoppi, e delle istituzioni, Comune e Provincia, che hanno concesso il loro patrocinio.

A dirigere la Filarmonica anche questa volta il Direttore Carlo Tenan, che dirigerà l’orchestra anche al Rof, nel concerto lirico-sinfonico con la cantante Ewa Podles.

La lezione concerto verterà sulla Sinfonia n. 40 in sol minore di W.A. Mozart, uno dei brani più celebri del compositore austriaco, capolavoro del periodo classico.

“Una composizione immancabile nel repertorio di una orchestra che punta alla massima qualità del suono”, conclude il maestro Antonelli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>