Musei Civici, Pesaro live painting con Giuliano Del Sorbo

di 

23 aprile 2014

PESARO – La ricca stagione di eventi dei Musei Civici di Pesaro prosegue con un’altra serata in dialogo tra percorsi tradizionali e performing arts, secondo la nuova filosofia che anima i Musei come spazi funzionali e aperti all’attualità e alla trasversalità delle arti. Dopo il successo di Show The Museum! con performance di danza contemporanea, è la volta di Giuliano Del Sorbo che sabato 26 aprile a Palazzo Mosca darà spazio alla sua creatività. Con il suo inconfondibile ed energico gesto, l’artista reinterpreterà La caduta dei giganti di Guido Reni esposta ai Musei Civici, esibendosi in uno spettacolare live painting.

G.RENI, La caduta dei giganti

G.RENI, La caduta dei giganti

Si inizia alle 18 con visita guidata ai Musei e in particolare al noto capolavoro Alle 18.45, nella sala dei Musei dedicata agli eventi, Giuliano del Sorbo per la prima volta nella sua carriera realizzerà una creazione a confronto con uno dei più grandi maestri della pittura italiana. La caduta dei giganti prenderà nuova vita attraverso il disegno, i colori e il gesto dinamico dell’artista in live painting. Come un musicista che interpreta con il suo sentimento una composizione classica, del Sorbo partirà dall’iconografia di Reni per una inedita interpretazione in chiave contemporanea, attraverso la sua tecnica singolare. A seguire un piacevole drink in collaborazione con Casetta Vaccaj, presso Palazzo Mosca Cafè. Oltre ad ospitare eventi ed iniziative, i Musei di Palazzo Mosca, nel periodo delle festività, resteranno aperti fino al 4 maggio tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30. INFO E PRENOTAZIONI T 0721 387541 Biglietteria Palazzo Mosca negli orari di apertura dei Musei (da martedì a domenica h 10 – 13; da venerdì a domenica e festivi h 10 – 13 / 15.30 – 18.30) www.pesaromusei.it pesaro@sistemamuseo.it UFFICIO STAMPA Alessandra Zanchi M 328 2128748 press.zanchi@gmail.com nato in Inghilterra e pesarese di adozione, eseguito da Reni intorno al 1637; acquisito grazie all’eredità di Gioachino Rossini e proveniente dalla collezione bolognese degli Hercolani. In questo grande dipinto la compostezza figurativa tipica del maestro emiliano lascia il posto ad una composizione vigorosa, dai tratti violenti, che evoca il mitico scontro fra i giganti e le divinità dell’Olimpo. Colpiti dall’ira di Zeus, rappresentato insieme all’aquila che gli porge i fulmini, i giganti, figli della terra, cadono travolti da massi enormi. In continuità con il segno vigoroso del maestro seicentesco, il tratto e l’energia trasmessa dal suo pennello evocheranno inaspettate suggestioni ed emozioni. Nell’incantevole atmosfera dei sotterranei di Casetta Vaccaj, prosegue inoltre fino al 3 maggio la mostra personale di Giuliano del Sorbo, Human Figure 2014, con la sua più recente produzione pittorica dedicata alla figura umana (Piazzale Toschi Mosca – Pesaro, ingresso libero tutti i giorni dalle 16 alle 21).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>