Partito comunista dei lavoratori: programma anticapitalista e candidato sindaco 25enne

di 

24 aprile 2014

PESARO – Il Partito Comunista dei Lavoratori si presenta alle prossime elezioni amministrative di Pesaro con un programma apertamente anticapitalista. “Saremo l’unica falce e martello presente sulla scheda elettorale – scrive Enrica Franco per il Pcl Pesaro – l’unico partito di sinistra che non si presenta in coalizione con Matteo Ricci, sostenuto persino dalla lista di Fiumani. Rivendichiamo apertamente un’alternativa rivoluzionaria, l’unica in grado di fermare l’attacco in atto ai danni dei lavoratori. Il nostro programma parte dal rifiuto di subordinarsi al Patto di Stabilità che strangola i Comuni. Rivendichiamo la gratuità di tutti i servizi comunali per i lavoratori disoccupati e un piano serio di aiuti e sussidi per i lavoratori in cassa integrazione e mobilità. Assistiamo ad una schizofrenica situazione in cui abbonda la necessità di interventi concreti sul territorio, mentre migliaia di lavoratori sono costretti a restare inattivi. E’ il momento di programmare grandi interventi riguardanti il recupero del dissesto idrogeologico, la bonifica del Foglia, l’edilizia scolastica. Riteniamo invece del tutto inutili e dannose opere faraoniche quali il casello di Santa Veneranda e l’ospedale a Fosso Sejore. I veri problemi della sanità sono le liste d’attesa e la carenza di servizi che costringono a rivolgersi ai privati. La sede ospedaliera può essere migliorata e potenziata senza alcun bisogno di deturpare un altro spazio verde. Gli sfratti aumentano in maniera vertiginosa, mentre si continua a costruire e a lasciare vuote le nuove costruzioni. La soluzione a questa piaga sociale è immediata: requisizione delle case sfitte e delle proprietà della Chiesa (esclusi i luoghi di culto) da mettere a disposizione della popolazione bisognosa. Pesaro è anche campionessa di esternalizzazioni e privatizzazioni: siamo per la ripubblicizzazione dei servizi, delle case di riposo e delle scuole dell’infanzia. Ogni finanziamento pubblico alle scuole private va immediatamente abolito. Partiamo da Pesaro consapevoli che la battaglia che è necessario condurre non può essere vinta in un singolo comune: il nostro obiettivo è un governo dei lavoratori per i lavoratori. Presenteremo il nostro programma in maniera più dettagliata, insieme al nostro candidato sindaco, il 25enne Giammarco Romagna, e i candidati alla carica di consigliere, il 28 aprile presso la Sala Rossa del Comune di Pesaro dalle ore 18. Intorno al nostro programma abbiamo registrato interesse anche da parte di alcuni compagni di Rifondazione Comunista, disposti a candidarsi nella nostra lista. Dopo le dichiarazioni pubbliche del compagno Giovanni Del Monte siamo giunti però alla conclusione che i nostri obiettivi non collimano. Il nostro obiettivo non è quello di non far ottenere un consigliere alla lista “La Sinistra”, il nostro obiettivo è quello di portare, all’interno di una campagna elettorale stantia, delle parole d’ordine rivoluzionarie, un punto di vista diametralmente opposto a quello comune. Molto più dei voti che prenderemo ci interessa sfruttare la campagna elettorale per tentare di risvegliare l’interesse nei tanti lavoratori e studenti che sognavano un altro mondo possibile e che ora si sentono stanchi e delusi da questa politica. Nei confronti dei partiti che compongono “La Sinistra” ci consideriamo leali avversari politici, questo non ci impedisce di collaborare su singole battaglie di cui condividiamo il fine. Non ci saranno dunque compagni del Prc nella nostra lista, in quanto preferiamo non confondere l’obiettivo, pur legittimo, esternato da Del Monte, con il nostro che è ben altro e ben più alto”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Un commento to “Partito comunista dei lavoratori: programma anticapitalista e candidato sindaco 25enne”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>