Vuelle-Virtus, la sfida al vertice che non c’è più. Domenica sera in diretta Rai serve una scossa

di 

24 aprile 2014

PESARO – Domenica ore 18.15: Montegranaro gioca in casa contro l’Acqua Vitasnella Cantù, una partita ostica contro una delle seconde in classifica, ma i ragazzi di Recalcati hanno dimostrato di non darsi mai per vinti e, anche se il pronostico è dalla parte dei brianzoli, non è improbabile l’ennesimo colpo di coda di una Sutor che ha già dimostrato di saper ribaltare un pronostico avverso.

Domenica ore 20.30: conoscendo già il risultato di Montegranaro, Pesaro scende in campo nel posticipo serale, consapevole che in caso di vittoria della Sutor e di una sua sconfitta contro Bologna, la Vuelle retrocederebbe matematicamente in Legadue Gold, punto.

Al di là dei proclami di circostanza è questa la cruda verità, di quella che una volta era la partita più sentita della stagione, quando l’elitaria Virtus Bologna veniva a far visita alla provinciale Pesaro e spesso finiva per prenderle, ma i tempi belli sono passati per entrambi, perché è giusto sottolineare che l’anno scorso Bologna è finita penultima con gli stessi punti dell’allora Scavolini e che anche in questo campionato le cose non sono andate benissimo per una Virtus già virtualmente fuori dai playoff e alla ricerca di una propria identità. Ma nel capoluogo emiliano è in atto un processo di ristrutturazione, con diversi giovani in fase di lancio e una bella realtà come il 18enne Simone Fontecchio, già in grado di giocare stabilmente in quintetto per una ventina di minuti senza sfigurare, e forse è qui la differenza tra le due società, perché se la Virtus guarda con fiducia al futuro, la Vuelle guarda con molta preoccupazione al presente e con tanta apprensione al futuro, consapevole che gli unici due prodotti del suo settore giovanile sono finiti uno in Legadue Silver e dell’altro si aspetta di conoscere se tornerà mai competitivo fisicamente ad alto livello e che soprattutto non è stata creata un’ossatura dalla quale ripartire, con americani, anche buoni, che hanno firmato per una sola stagione precludendosi la possibilità di incassare un buyout dallo loro eventuale cessione e un gruppo di italiani che francamente farebbe tanta fatica anche in un’eventuale Legadue.

Così ci si avvia verso una mesta domenica sera per i tifosi pesaresi, che non gradirebbero ufficializzare la retrocessione di fronte alle telecamere della Rai (anche se con lo share dello 0,5% se ne accorgerebbero in pochi) e men che meno di fronte ad una rivale storica come la Virtus, la speranza è che i ragazzi di Dell’Agnello riescano a ritrovare almeno per una sera quella grinta perduta nell’ultimo mese, rimandando l’inevitabile alla domenica successiva.

 

LA PARTITA DELLA SETTIMANA

VICTORIA LIBERTAS PESARO (12 PUNTI) – GRANAROLO BOLOGNA (22 PUNTI)
Domenica 27 aprile – ore 20.30 – Adriatic Arena di Pesaro
Diretta televisiva su Raisport1- canale 57 del digitale terrestre
Risultato dell’andata: Bologna – Pesaro 75-65

 

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

All’andata una brutta Bologna ebbe ragione di una bruttissima Pesaro, in una delle due sole vittorie colte da una Granarolo in piena crisi in una striscia di 14 partite, ma in casa Virtus non sono rimasti con le mani in mano e con un paio di cambi primaverili azzeccati hanno invertito il trend negativo, anche se la zona playoff si è allontanata in maniera definitiva dopo l’ultima sconfitta casalinga subita dalla Cimberio Varese.

Il play Willie Warren si è rivelato l’uomo giusto al momento giusto, pur senza essere un fenomeno, con la sua maggior capacità di far girare la squadra rispetto a Casper Ware, il congolese Dwight Hardy è una guardia con un ottimo tiro da tre e una discreta tenuta difensiva nonostante una stazza non proprio da corazziere, mentre Simone Fontecchio si è guadagnato il posto di ala piccola titolare a suon di buone prestazioni ed è l’unico italiano classe ’95 del campionato con un minutaggio consistente. Sotto i tabelloni, l’innesto del nigeriano Ebi ha risolto parecchi problemi a rimbalzo, con il giamaicano Jordan che continua ad andare a corrente alternata.

Coach Giorgio Valli può permettersi il lusso di far partire Matt Walsh (terzo in valutazione del campionato) dalla panchina in un pacchetto lunghi completato dall’eclettico Shawn King, con lo svedese Gaddefors unico cambio degli esterni, in attesa del rientro dall’infortunio di Matteo Imbrò.

 

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

Non siamo pessimisti per i trenta punti presi dalla Vuelle a Reggio Emilia nell’ultimo turno, siamo pessimisti perché Pesaro viene da cinque sconfitte consecutive e l’ultima vittoria conquistata dai ragazzi di Dell’Agnello è stata quella contro Pistoia e ci ricordiamo il modo rocambolesco in cui è arrivata, la sensazione è che il gruppo ormai “l’abbia data su” dal famigerato weekend del 5 e 6 aprile, quello nel quale Montegranaro è riuscita a vincere contro Brindisi e la Victoria Libertas è crollata all’Adriatic Arena contro Cremona, portando a quattro i punti di differenza tra le due formazioni, quella sconfitta ha avuto il potere di demoralizzare tutto l’ambiente che ha avuto 15 giorni, complice la pausa per l’All Star Game, per rimuginarci sopra e per rendersi conto che il tempo per i miracoli sportivi stava finendo.

Poi si può sempre parlare di tecnica e anche qui i motivi per essere ottimisti non sono molti, con un attacco che non riesce più ad essere efficace come un mesetto fa e la difesa che continua regolarmente a subire 90 punti a serata e, se coach Dell’Agnello non è riuscito finora a risolvere i tanti problemi biancorossi, difficilmente sarà in grado di invertire la rotta, ma ci sono ancora tre partite da onorare al meglio e prendere degli ennesimi trentelli non sarebbe salutare per nessuno.

La Victoria Libertas per il match contro la Granarolo propone, grazie al contributo della Consultinvest, la possibilità per tutti i tifosi che acquisteranno un biglietto di qualsiasi settore per la partita contro Bologna, di entrare all’Adriatic Arena al prezzo simbolico di un euro, anche per il match dell’11 maggio contro Venezia, iniziativa lodevole ma che rischia di arrivare tardi e che sarebbe stato il caso invece di riproporre subito dopo il match contro Pistoia, nel quale le 5.000 presenze all’impianto della Torraccia avevano inciso notevolmente sul risultato finale. Da questo sito avevamo chiesto di riproporre la stessa iniziativa anche per gli incontri con Varese e Cremona, in società hanno deciso diversamente, pensando di giocarsi tutto nelle ultime due partite, peccato che il campo abbia raccontato un’altra storia, ma per le polemiche ci sarà tutto il tempo, adesso è doveroso presentarsi domenica sera armati di buone intenzioni e vedere che piega prenderà la partita, se la Vuelle uscirà tra gli applausi vorrà dire che avrà fatto il suo dovere, se uscirà tra i fischi vorrà dire che l’inevitabile è già successo.

 

IL DUELLO CHIAVE

Perry Petty vs Willie Warren
Due playmaker arrivati a stagione in corso con l’intento di cambiare il modo di giocare delle due formazioni, ma mentre stiamo ancora aspettando lampi di classe da parte di P.P., il regista bolognese, pur senza strafare, ha condotto la Virtus verso acque sicure, fallendo di poco l’obiettivo playoff.

 

UN PO’ DI NUMERI

Statistiche individuali
O.D. Anosike primo nei rimbalzi, nella valutazione e nei minuti giocati, secondo nei falli subiti, settimo nei minuti giocati, Bernardo Musso quarto nelle palle recuperate, Marc Trasolini settimo nei rimbalzi offensivi, Elston Turner quarto nei punti realizzati e sesto nei minuti giocati.

Statistiche di squadra
Pesaro ultima nella percentuale ai liberi, nella valutazione e negli assist, penultima nella percentuale da tre e terzultima in quella da due, prima nei falli e nei punti subiti, seconda nei rimbalzi offensivi e quinta nei punti realizzati.

 

VUELLE PESARO  vs  GRANAROLO BOLOGNA
Adriatic Arena-Pesaro, domenica 27 aprile 2014, ore 20.30 (diretta Rai Sport 1)
Partita presentata da EDEN VIAGGI del Consorzio Pesaro Basket

Ecco alcune info da Pesaro:

Arbitri
Taurino, Bartoli, Morelli

All’andata
Bologna  vs Pesaro  75-65 (Anosike, 23, Turner 15, Johnson 11)

Precedenti
Pesaro e Bologna si sono affrontate 139 volte: 50 i successi della  Vuelle, 89 quelli di Bologna.

Curiosità statistiche individuali
Realizzatori: Turner  (Pesaro) 16,7  punti ; Hardy (Bologna)   17,0  punti media
Rimbalzisti:  Anosike (Pesaro) 12,4 punti ; Walsh (Bologna)  7,5 rimbalzi media

In classifica
Pesaro     12 punti
Bologna    22 punti

Prossimo turno
Brindisi vs  Pesaro
Bologna vs Pistoia

News da Pesaro
Tutti a disposizione di coach Dell’Agnello.

In settimana
Mercoledì scrimmage vs Ravenna

Iniziative collaterali
Nell’intervallo lungo premiazione del Concorso VL, Valori e Lealtà (segue comunicato)
Chi acquista un biglietto per Pesaro- Bologna, paga 1 euro Pesaro-Venezia dell’ 11 maggio

Notizie utili
Botteghini dell’ Adriatic Arena  aperti dalle 18.30 di domenica

Radio e tv
Diretta su Radio Citta’ e Radio Arancia per l’ intera Regione Marche.
Diretta sul sito  www.radiocitta.it
Differita su Tvrs lunedi’ ore 21.00, canale 11

Altre informazioni su  www.victorialibertas.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>