Crocevia, le domande di Massimo Scarpetti sull’evento di Cartoceto

di 

26 aprile 2014

Da Massimo Scarpetti riceviamo e pubblichiamo la seguente nota sull’evento Crocevia nel comune di Cartoceto.

Massimo Scarpetti

Massimo Scarpetti

CARTOCETO – Con questa nota, la lista civica guidata da Massimo Scarpetti intende porre l’attenzione su alcuni passaggi poco chiari in merito all’attività di presentazione dell’evento “Crocevia di Linguaggi” da parte dell’attuale assessore alle politiche giovanili Enrico Rossi, oggi candidato sindaco per la lista “Facciamo Futuro”.

Uno dei primi punti su cui vogliamo focalizzare l’attenzione sono gli ingenti costi dell’evento: sia per quanto riguarda la pubblicità a tappeto effettuata nei giorni precedenti (invito personale tramite posta a tutti i giovani di Lucrezia) ed anche per l’incontro-aperitivo che si sarebbe dovuto tenere presso il “Ristorante Symposium” (Comune di Serrungarina).

Anche la scelta di un ristorante sito all’esterno del Comune di Cartoceto appare una scelta quanto meno discutibile: la presentazione infatti poteva avere luogo in una struttura ricettiva all’interno del nostro Comune in modo da esser più facilmente raggiungibile ma soprattutto di far convogliare i costi e le spese ad un ristorante del nostro Comune.

Un’altra anomalia è avvenuta poche ora prima dell’evento: la mattina del 22 aprile si leggeva infatti sulla pagina facebook di “Cartoceto Giovani” che l’appuntamento era stato rinviato a data da definirsi per un “improvviso imprevisto dei relatori”: relatori che non erano mai stati presentati fino ad oggi.

Oltre ad essere evidente l’enorme disparità di trattamento tra le modalità di invito e quelle di rinvio dell’evento, sorge un ulteriore dubbio: non era possibile presentare l’evento ugualmente anche senza un relatore, di cui peraltro non si era speso il nome? Poteva forse bastare la presenza dell’assessore Rossi coadiuvato eventualmente da un altro membro della giunta comunale in carica?

Infine l’ulteriore sorpresa: i quotidiani locali del 23/04/2014 (in particolare “Il resto del Carlino”) riportavano nelle loro pagine di cronaca la descrizione dell’evento come se lo stesso si fosse svolto normalmente.

In conclusione: nonostante la Lista Civica Massimo Scarpetti non voglia basare la propria campagna elettorale su accuse ai propri avversari politici, visto e considerato che attorno all’evento si sono riscontrate numerose anomalie, chiediamo al candidato sindaco Enrico Rossi una delucidazione in merito affinché l’elettorato possa esser informato su tali circostanze.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>