Scritta fascista sul muro della sede dell’Anpi. Solidarietà dai radicalsocialisti e da Gostoli (Pd)

di 

26 aprile 2014

La scritta sul muro della sede dell'Anpi

La scritta sul muro della sede dell’Anpi

PESARO – L’ANPI di Pesaro e Urbino denuncia la scritta fascista apparsa sul muro esterno della sua sede provinciale, proprio nella notte del 25 aprile. “Condanniamo la viltà del gesto – si legge in una nota – di chi, incapace di sostenere un confronto democratico alla luce del sole, agisce nell’ombra con lo sfregio alla memoria dei partigiani ed anche a quella degli ebrei vittime della Shoah (le scritte sulla sinagoga). L’ANPI ritiene che anche questo squallido raid sia figlio di una cultura dell’odio coltivata negli anni da una destra neofascista e violenta, che non si è mai rassegnata ad accettare il verdetto della storia sul tragico ventennio mussoliniano ed i valori di libertà e democrazia riconquistati 70 anni fa, con la liberazione della nostra provincia dal nazifascismo grazie al sacrificio di tanti eroici partigiani. Chiediamo alle autorità, alle forze dell’ordine ed alle organizzazioni politiche e sociali di vigilare attentamente affinché l’odio fascista per le istituzioni democratiche sia respinto con rigore e fermezza”. Firmato ANPI Pesaro e Urbino.

SOLIDARIETA’ DAL MOVIMENTO RADICAL-SOCIALISTA

Il Movimento RadicalSocialista esprime tutta la sua indignazione per le ignobili scritte fasciste apparse sui muri esterni della sede provinciale dell’ANPI nella notte del 25 Aprile. “Lo sfregio ai valori della Resistenza e della Liberazione – scrive – e in questo caso direttamente alla memoria dei nostri partigiani, è segno del degrado politico e morale di una società che ha messo in un angolo quei valori e della memoria. Ci auguriamo che le forze democratiche della città e della provincia sappiano rifiutare ogni spazio ed ogni legittimazione (a cominciare dalla concessione delle sedi pubbliche) ai fautori dell’inciviltà, della violenza e del disprezzo dei tanti pesaresi, fanesi e urbinati morti nel ’43-44 per riconquistare la libertà contro oppressori e invasori nazifascisti”.

Dichiarazione del segretario provinciale del Partito Democratico Giovanni Gostoli in merito al gesto vandalico commesso ai danni dell’Anpi di Pesaro Urbino.

“Desidero esprimere solidarietà all’ Anpi di Pesaro Urbino per l’episodio vandalico e grande indignazione per ciò che è avvenuto. Una vicenda che ferisce profondamente la memoria di tante donne e tanti uomini che con coraggio si sono opposti alle violenze nazifasciste, la storia della città di Pesaro, ma anche di tutta la nostra comunità provinciale. Non ci lasceremo intimorire. E ci ritroveremo domani ancora di più di ieri a difendere insieme i valori della democrazia, dell’antifascismo, della pace e della libertà sui quali si fonda la nostra bella Costituzione”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>