Vis Pesaro – Renato Curi Angolana 1-0, Cremona riporta la vittoria al Benelli

di 

27 aprile 2014

VIS PESARO – RENATO CURI ANGOLANA 1-0

VIS PESARO (4-4-2): Foiera; G.Dominici, Cusaro, Pangrazi, E.Dominici; Bartolucci (36′ st Cremonini), Ridolfi, Omiccioli, Bugaro; Di Carlo (22′ st Bianchi), Cremona. A disp.:  Osso, Tonucci, Martini, Rossoni, Rossi, G. Torelli, Pieri. All. Magi

RENATO CURI ANGOLANA (4-3-2-1): Lupinetti; Ricci, Natalini, Giammarino, Cancelli; Vespa, Forlano, Farindolini (6′ st Saltarin); Isotti (22′ st Mendoza), Pagliuca; Giansante. A disp.: D’Andrea, Cialini, D’Anteo, Cipressi, Dellasciucca, Carpegna, Sborgia.  – All. Donatelli

ARBITRO: Marchi di Bologna

MARCATORI: 37′ pt Cremona (V)

NOTE: Spettatori 600 circa. Ingresso gratuito per donne e minorenni. Ammoniti: Farindolini (A), Di Carlo (V), E. Dominici (V), Vespa (A), Ricci (A), Isotti (V), Bugaro (V), Pagliuca (A), Omiccioli (V), Cremona (V), Cusaro (V). Angoli: 4-5 Recuperi: pt 0′, st 4’+1′

Cremona abbracciato da Di Carlo

Cremona abbracciato da Di Carlo

PESARO – Ultima partita casalinga per la Vis Pesaro che, tra 7 giorni, chiuderà definitivamente la stagione in trasferta contro la Civitanovese in campo neutro e a porte chiuse per la squalifica inflitta dal Giudice Sportivo ai rossoblù (per lancio di una bomba carta). Al Benelli, oggi, l’obiettivo dei biancorossi è uno solo: tornare alla vittoria dopo 9 turni. I tre punti, dopo 5 pareggi (gli ultimi due consecutivi) e 4 sconfitte, mancano dal 16 febbraio: 8-0 al Bojano, poi radiato. Bisognerà fare i conti con i pescaresi dell’Angolana, parzialmente rilanciati dalla penalità inflitta all’Isernia, ma comunque sempre nei bassifondi della classifica: con l’attuale terzultimo posto la squadra di Donatelli dovrebbe fare bottino pieno negli ultimi due turni sperando poi in un incastro fortunato di risultati altrui, per evitare la retrocessione diretta in Eccellenza e aggrapparsi ai playout dove vige, come per i playoff, la regola dei 10 punti. La stessa regola che taglia fuori, nonostante l’attuale quinta posizione, la Vis Pesaro dai playoff.

Potrebbe essere la partita degli addii: Ridolfi, a giugno, si potrà svincolare a parametro. Idem Giovanni Dominici. Su Alberto Torelli, classe ’95, oggi squalificato, potrebbe invece scattare l’appetito di una importante società di Serie B che lo starebbe monitorando da mesi. Poi, c’è tutto il discorso legato agli over: da Cremona a Martini, da Bianchi a Cusaro… Quanti resteranno a Pesaro? Sullo stesso binario, però, potrebbe esserci anche mister Magi: le due ottime stagioni alla guida della Vis lo hanno portato nel mirino della Maceratese che, per la prossima stagione, dove si preannuncia un ridimensionamento del budget, l’allenatore ideale per far rendere al massimo il progetto. E Leonardi? Molti dubbi anche sulla permanenza a Pesaro del massimo dirigente biancorosso. Fondamentali, probabilmente, saranno i discorsi legati agli sponsor e al restyling del Benelli che saranno affrontati con il nuovo sindaco di Pesaro (quindi, dopo il 25 maggio).

Dal Campo: nella Vis assente Alberto Torelli per squalifica, in dubbio Giovanni Dominici che in settimana ha avuto un problema alla caviglia. In rampa di lancio il classe ’97 Rossoni: se Magi decidesse di lanciarlo dal 1′ sarebbe il primo extra-under (ricordiamo che devono scender in campo un ’93, due ’94 e un ’95) a giocare quest’anno titolare con la Vis. L’anno scorso, invece, con Alberto Torelli (ma non solo) era una situazione abituale.

Nell’Angolana mancheranno gli squalificati Di Camillo e Francia. Occhio al talento di Vespa: al Benelli, nella passata stagione, segnò un gol spettacolare.

IN ATTESA DELLE FORMAZIONI UFFICIALI

Vis Pesaro con sorprese: a partire dalla maglia gialla. Dentro Bartolucci, entrambi i Dominici e Di Carlo. Fuori Rossoni.

5′ Dominici Eugenio cambia gioco per Omiccioli che vede in mezzo Di Carlo, movimento in area e cross basso per Cremona che colpisce al volo mandando la sfera

altissima.

12′ Eugenio travolge il guardalinee Giarratano, dopo una diagonale di Cusaro a liberare su Giansante lanciato centralmente da Vespa.

Vis in campo con 5 under più un altro ’93: a sorpresa viene rispolverato il 4-4-2 con Bartolucci impiegato come esterno alto e Di Carlo in coppia com Cremona in attacco. L’Angolana gioca con la difesa a 4, Forlano schermo, due interni molto mobili quanto tecnici come Farindolini e Vespa, fonte di gioco per l’unica punta Giansante.

18′ Vespa spostato a sinistra, vede Giansante che in area prova a sorprendere Foiera con un pallonetto di esterno destro fuori di alcuni metri sul secondo palo.

30′ Punizione di Bugaro dai 30 metri: palla che schizza di poco a lato sul secondo palo della porta difesa da Lupinetti.

Terreno reso viscido dalla pioggia, poche emozioni: Ridolfi ancora non si è acceso.

36′ Pagliuca cicca incredibilmente da due passi, nel cuore dell’area, smarcato, sugli sviluppi di una conclusione dal limite di Cancelli.

37′ Vis Pesaro in vantaggio con Cremona. Tutto parte da una straordinaria sgasata di Ridolfi che, da centrocampo, prende palla, semina tre avversari e alla fine guadagna un angolo. Dal corner Cusaro incorna a centro area trovando il palo, sulla ribattuta Di Carlo, a sinistra, rimette in mezzo e complice una deviazione coglie la traversa, sul flipper arriva Cremona che deposita in rete (1-0). Cremona va a esultare, finalmente, verso il Prato senza barriere.

I tifosi pesaresi ora cambiano coro: da “Leonardi offrici da bere” a “Noi siamo i pesaresi”. E’ bastata una ridolfata, un lampo in una partita fin lì anonima, per aprire la difesa pescarese.

Vis vicinissima al raddoppio: punizione di Bugaro dalla sinistra, Cremona anticipa Cusaro ma da due metri, di testa, incorna la sfera alta.

L’arbitro fischia la fine del primo tempo al 45′ spaccato, nonostante un giocatore dell’Angolana a terra. Vespa inveisce contro l’arbitro e si becca un’ammonizione a gioco fermo.

Secondo tempo: formazioni invariate.

3′ Lupinetti anticipa al limite dell’area Cremona lanciato a rete.

6′ primo cambio: esce Farindolini, entra Saltarin

Piove e si alza il vento. Sugli sviluppi di una punizione al veleno di Bugaro, dalla sinistra, Di Carlo interviene al volo in area ma Lupinetti para sicuro.

14′ Brutto fallo di Isotti su Eugenio Dominici: l’arbitro lo grazia con un giallo.

Animi tesi: l’Angolana, nell’azione successiva, chiede il secondo giallo per Di Carlo.

Gioco spezzettato dai molti falli e contrasti duri, su entrambi i versanti. Si scalda Bianchi: entra al posto di Di Carlo, con la Vis che passa al 4-5-1.

23′ Conclusione di Giansante dai 30 metri abbondanti: la palla, sull’erba bagnata, viaggia come una saponetta e Foiera deve bloccarla in tre tempi.

Piovono le ammonizioni: per il momento, al 27′, sono 8 i cartellini sventolati.

Ridolfi si fa recuperare in due buone ripartenze, Pangrazi e Giovanni Dominici liberano l’area sugli sviluppi di due iniziative dell’Angolana sul fianco sinistro vissino. Il tempo di vedere una conclusione di testa di Ridolfi ampiamente alta e una cavalcata di Cusaro vanificata da un cross non preciso dello stesso Ridolfi, ed ecco il secondo cambio vissino: Cremonini, classe ’95, all’esordio per Bartolucci.

40′ Incredibile gol sbaffato da Ridolfi: sul filtrante di Cremona, il fantasista biancorosso si ritrova solo in area ma, a tu per tu con Lupinette, calcia forte impallinando il portiere avversario. Peccato.

42′ Incredibile bis al Benelli: Ridolfi prende palla, si porta a spasso il marcatore, entra in area e tagli in mezzo rasoterra il più facile degli assist per l’accorrente Cremonini che, a due metri dalla porta, pressato dal difensore calcia alto. La tribuna resta con l’urlo strozzato in gola.

Generosa l’Angolana: è Natalini a inventarsi attaccante, mettendo a dura prova in velocità Cusaro. Ne nasce un angolo che Foiera sbroglia senza problemi.

Siamo entrati nell’ultimo dei 4 minuti di recupero.

50′ Cremona in contropiede può raddoppiare: la cannonata nell’angolino viene deviata in angolo da Lupinetti.

E’ finita: la Vis torna alla vittoria dopo 9 turni, per l’Angolana è notte fonda.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>