Ecco gli attivisti di Cartoceto in Movimento: passione, competenze professionali, rinnovamento dal basso

di 

29 aprile 2014

CARTOCETO – Il gruppo di lavoro formato da attivisti del Movimento 5 Stelle a da cittadini comuni, convinti di poter condividere un progetto comune, ha deciso di affrontare la partita delle elezioni amministrative del prossimo 25 maggio senza presentarsi con una propria lista.

Abbiamo cominciato – spiegano in una nota – ad operare insieme a novembre dello scorso anno, in così poco tempo sono stati avviati dei gruppi di approfondimento su tematiche importati, per capire come le scelte del recente passato amministrativo abbiano portato a quelle conseguenze che oggi a Cartoceto paghiamo tanto care. Abbiamo avviato un tavolo progettuale per favorire la partecipazione dei cittadini alla governance di questo territorio, perché quello che c’è da fare deve essere condiviso da più persone possibili. Senza personalismi, interessi partitici e inciuci. Non l’abbiamo fatto per le poltrone ma perché sentivamo sempre più urgente il bisogno, come attivisti, di promuovere nei singoli l’appartenenza ad una comunità viva.

Cartoceto in Movimento

Cartoceto in Movimento

All’avvicinarsi della scadenza elettorale ecco scendere in campo persone e gruppi che, pur di vincere, ostentano paradossalmente tutto e il contrario di tutto: rottamazione e tradizione, progettazione europea a go-go e richiesta di idee ai finora mai coinvolti cittadini, innovazione nella scelta delle facce/programmi e fiera continuità con le passate amministrazioni a cui praticamente tutte le liste fanno riferimento.

In una situazione così gattopardesca, in cui molti pensano ancora una volta di essere furbi a voler dire di cambiare tutto per mantenere/difendere lo stato delle cose, noi con i nostri pochi mezzi (anche finanziari perché una campagna elettorale tradizionale costa anche decine di migliaia di euro), non vogliamo perdere di vista, quello che più ci caratterizza: la passione, la visione alta abbinata a competenze professionali elevate, la capacità di rinnovare profondamente dal basso, attraverso le persone che ci mettono la testa.

Ed è con questo spirito che affronteremo i prossimi mesi: invece di avvitarci in una campagna elettorale sfiancante – soprattutto per molti di noi che ricoprono posizioni di responsabilità – in cui probabilmente avremmo ottenuto larghi consensi, ma che non ci avrebbe permesso di prepararci come vorremmo al governo, complesso, del territorio, continueremo appunto a lavorare alle fondamenta, perché di questo c’è bisogno, non di spot elettorali.

Da parte nostra non abbiamo alle spalle politici di lungo corso né segreterie, tantomeno accordi sottobanco tra partiti opposti, e crediamo sia invece necessario fare i conti con una non-mentalità politica diffusa tra molti concittidani– frutto avvelenato anche questo delle ultime amministrazioni – inquinata da personalismi e disimpegno.

Noi, per diventare una solida forza di governo – di un governo di cambiamento reale che non riproponga vecchi schemi o, peggio, improvvise soluzioni miracolistiche (da campagna elettorale appunto) continueremo ad impegnarci per essere cittadini sempre più attivi… e numerosi!
Così, insieme a tanti che in queste settimane ci hanno sostenuto, diventeremo la coscienza di un’intera comunità: sottoporremo ai candidati e ai futuri amministratori di Cartoceto proposte concrete su precisi nodi cruciali, spesso oggetto di interessi lontani dal nostro comune, quando non in conflitto: la gestione dell’intero ciclo dei rifiuti, l’acqua bene comune, il piano della sanità regionale, la politica ambientale ed energetica, la reale unione territoriale dei comuni, il consumo del territorio.

Il gruppo c’è – conclude la nota Associazione Cartoceto in Movimento   – non ci presenteremo alla partita della scheda elettorale, ma saremo al lavoro con i cittadini.

 

Un commento to “Ecco gli attivisti di Cartoceto in Movimento: passione, competenze professionali, rinnovamento dal basso”

  1. Andrea Tomasetti scrive:

    Facile parlare senza mai doversi mettere alla prova; a Parma il vostro sindaco ha dimostrato nei fatti la distanza abissale tra quello che ripetete a pappagallo (voi non avete politici alle vostre spalle??? Avete un TITOLARE UNICO del vostro MARCHIO…forse vi sfugge che è molto molto peggio) e le cose che poi fate o “fareste” nella realtà, scendete dal piedistallo che siete dei poveri “sbruffoncelli”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>