Allarme sociale a Pesaro per la chiusura del dormitorio comunale: sos alla politica e ai cittadini

di 

30 aprile 2014

PESARO – Sentiamo il dovere civico e morale di segnalare – con un certo allarmismo – che da domani 1° maggio una decina di persone ospiti fino a stasera 30 aprile di Casa Speranza (il dormitorio comunale a Fosso Sejore) finiranno in strada perché la cosiddetta “emergenza freddo” è terminata (come se dormire in strada fosse una cosa normale e non un’emergenza, solo perché è meno freddo). Dal 1° maggio sarà possibile incontrare queste persone al parco Miralfiore, al parco XXV Aprile (si veda la foto), nei sottoscala degli ipermercati o di qualche canonica. Abbiamo l’obbligo di lanciare un vero grido di allarme in favore di queste persone, che dal 1° maggio, considerando anche le previsioni meteo, rischieranno la loro incolumità dormendo sotto una pianta. Come gruppo di volontariato Pesaro Povera stiamo cercando di ottimizzare le nostre ridotte risorse sistemando in appartamenti a prezzo modico più persone con caratteristiche simili: tanti infatti sono pesaresi di nascita, che fino a pochi mesi fa hanno regolarmente lavorato e, avendo perso il lavoro, hanno nel giro di breve tempo perso anche la casa. Altri sono originari di varie zone d’Italia, oppure stranieri, comunque residenti a Pesaro da svariati anni. Recandosi ai Servizi sociali si sono sentiti ripetere (con le dovute eccezioni: lungi da noi fare di tutta l’erba un fascio) che i fondi non ci sono, che devono rivolgersi alle rispettive reti parentali, amicali o al volontariato, dimenticando che l’ente pubblico ha il dovere materiale di soccorrere – trovando un riparo e il minimo sostentamento – ogni cittadino residente. Fino a quando ce la faremo cercheremo di lavorare in sinergia, dando una mano concreta e non a parole, ma urge il ritorno della politica, e speriamo che il prossimo governo cittadino aumenti la sensibilità e la concretezza nei confronti delle sempre più numerose persone che – grazie alla crisi – vedono la propria vita “finire in strada”.

Pierpaolo Bellucci – coordinatore di Pesaro Povera

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>