Salute mentale, il PD incontra Libera.mente: “Associazione ignorata e manca oltre il 50% del personale previsto: serve un piano di riordino”

di 

30 aprile 2014

Stefano Marchegiani*

FANO – Nel corso dell’ultima segreteria tematica dedicata al problema della salute mentale,Il Partito Democratico di Fano ha incontrato i rappresentanti dell’associazione Libera.mente onlus, Vito Inserra e Enzo Corso, al fine di precisare la situazione in essere dei servizi di psichiatria nella nostra città. I dati forniti e il rapporto sugli indicatori fondamentali che consentono di stimare la qualità del servizio di psichiatria nel territorio dell’ASUR 1, hanno evidenziato una situazione che necessita di un tempestivo miglioramento affinchè la nostra città possa tornare su livelli di minore precarietà e di maggiore efficienza nella cura dei pazienti che, è bene ricordarlo, a Fano coinvolgono circa 1.200 famiglie.

Oggi, nel Centro di salute Mentale di Fano, si spendono in totale €26 per ognuno dei 136.000 abitanti gestiti del comprensorio, contro i 41 di media dell’intera regione Marche, con punte di 50 a Pesaro e di 60 ad Ancona. Dei 90 operatori previsti dal Progetto Obiettivo Nazionale per il nostro CSM, Fano si presenta con le prestazioni di appena 44 operatori, con una deficienza di personale di oltre il 50%. Tale situazione colloca il nostro CSM e la città di Fano all’ultimo posto tra i CSM dell’intera Regione Marche. Nella consapevolezza che senza salute mentale non può esserci salute, e che la mancanza di risorse umane e di servizi, nonostante il notevole impegno profuso dagli attuali operatori, può far venir meno quelle risposte indispensabili a lenire la sofferenza delle famiglie che presentano al loro interno simili fragilità, il PD di Fano metterà da subito al centro della sua azione politica il problema della salute mentale al fine di concorrere quanto prima alla realizzazione di un piano di riordino che vada nella direzione di un servizio con un numero di addetti ed investimenti adeguati alle esigenze dei pazienti, usando particolare attenzione al tema della prevenzione per scongiurare i rischi di una cronicizzazione degli stessi. La segreteria del PD ha anche chiesto aggiornamenti sul trasferimento dei locali del CSM da Via Fanella a Fano 2 in Via Guarnieri. Libera.mente ha confermato di non essere mai stata coinvolta, né preventivamente, né durante la costruzione di tale opzione. Vito Inserra ha informato i presente che nei prossimi giorni parteciperà ad un sopralluogo con i tecnici della Direzione Asur per valutare eventuali aggiustamenti o migliorie al progetto in corso che prevede la sistemazione dei locali al nuovo indirizzo.

*Segretario del PD di Fano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>