Contratti scuolabus in scadenza, la Cgil: “La Regione non sembra interessata alla gara del servizio di trasporto pubblico locale”

di 

2 maggio 2014

PESARO – I sindacati dei trasporti Filt Cgil, Fit Cisl, Ugl e Usb lanciano un’allarme e accuse alla Regione (con richiesta di essere convocati al più presto) sul sistema del trasporto scolastico. In una lettera infuocata, spedita a tutti i Comuni della Provincia, alla Regione, all’Anci e alla Provincia scrivono: “I contratti scuolabus sono in scadenza e la Regione sembra non essere interessata ad annettere la gara del servizio scuolabus alla gara del servizio di trasporto pubblico locale.

L’atteggiamento della Regione è incomprensibile perché l’inserimento dei servizi di scuolabus non solo garantisce ai Comuni un servizio efficace efficiente e professionale, ma ulteriormente garantisce la possibilità di creare sinergie in particolare nelle zone a bassa frequentazione che altrimenti rischierebbero di rimanere prive di servizi pubblici di trasporto in particolare verso le fasce deboli della popolazione.

Le organizzazioni sindacali di categoria ritengono che il servizio scuolabus in quanto tale debba essere effettuato con professionalità e nel massimo della sicurezza dei bambini trasportati.

In quest’ottica, vi chiediamo di prorogare i contratti scuolabus fino alle gare ed a non procedere ad ulteriori gare.

Contemporaneamente vi chiediamo di avviare una iniziativa nei confronti della Regione affinché la stessa provveda ad inserire nel dispositivo della gara anche l’assegnazione del servizio scuolabus oppure che dia la possibilità alle province di inserire nelle singole gare l’assegnazione dei servizi scuolabus di quei comuni che ne hanno fatto richiesta.

Sul fronte del lavoro vogliamo ricordare che negli accordi sottoscritti a gennaio, la Regione ha garantito le clausole sociali, i livelli occupazionali e il rispetto del contratto nazionale di lavoro comprensivo degli accordi di secondo livello; in questa logica le nostre richieste di inserimento dei servizi di scuolabus rafforzano tale volontà e garantiscono tutti i lavoratori impegnati nel trasporto di persone”.

“I temi per i quali abbiamo necessità di confrontarci con voi – concludono- non appartengono solo alla sfera del lavoro, ma ad una diversa idea del servizio pubblico che è innanzitutto servizio sociale e per il quale sindacato e lavoratori si batteranno come si sono battuti per contenere l’effetto dei tagli voluti dalla Regione.”.

La Provincia di Pesaro si è già fatta carico del problema convocando i sindacati per giovedì 8 maggio prossimo. Per quanto riguarda la Regione ha garantito un incontro senza però fissare una data.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>