Frana il monte di Osteria Nuova, un fiume di fango invade il paese. Le foto

di 

2 maggio 2014

Il fango invade Osteria Nuova

Il fango invade Osteria Nuova

PESARO – La pioggia, continua, che si è abbattuta da questa mattina sul Pesarese ha causato frane e forti disagi. La collina di Osteria Nuova è letteralmente venuta giù, provocando paura per l’incolumità dei cittadini che risiedono nelle vicinanze. Tutto è successo intorno alle 13, quando una marea di fango ha invaso la strada nazionale e tutte le vie nuove laterali, creando un vero e proprio fiume marrone. Dalla collina di Osteria Nuova il fango è arrivato fino a lambire il campo sportivo che, in pratica, si trova quasi a ridosso della zona industriale. Non si sono registrati danni a persone, anche se più di un garage è stato invaso dalla melma e, nei pressi di Patenta, sono morti affogati diversi polli e conigli. La prontezza di alcuni residenti, che hanno scoperchiato le fogne facendo così defluire più velocemente quello che era un fiume in piena, ha evitato il peggio. Si segnalano comunque le proteste di molti cittadini: il Comune avrebbe provveduto solo a sgomberare la strada principale senza intervenire nelle vie secondarie. Alzato al limite il livello dell’acqua di diversi fiumi che ora minacciano di esondare e invadere in alcuni casi le sedi stradali.

Le foto:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fango sulle strade di Osteria Nuova

Fango sulle strade di Osteria Nuova

Un'altra immagine del fiume di fango

Un’altra immagine del fiume di fango

Un commento to “Frana il monte di Osteria Nuova, un fiume di fango invade il paese. Le foto”

  1. dado scrive:

    Io direi che sia i fiumi che le fogne sono un po dimenticate finché non succeda questo perche non era mai successo prima

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>