Pesaro-Rovigno, in Croazia anche la Blu Baita con a bordo tre disabili. I risultati della seconda manche

di 

2 maggio 2014

    ROVIGNO (Croazia) – Le prime tre imbarcazioni ad arrivare a Rovigno venerdì mattina sono state Orlanda del Club Nautico di Rimini dello skipper Filiberto Sammarini, Polimor di Pesaro dello skipper Moroni e Salinigi di Fano dello skipper Andreani. La prima ad arrivare alla boa di disimpegno è stata in regata Orlanda, mentre in veleggiata il Chica Magnum, equipaggio tutto al femminile, guidato dallo skipper Michele Cinquepalmi della Lega Navale di Pesaro. Per la seconda manche della 30ª edizione della Pesaro-Rovigno sono partite 70 imbarcazioni. Tra esse per il terzo anno consecutivo anche la Blu Baita dello skipper Antonio, Tony, Di Filippo che in collaborazione con la Lega Navale di Pesaro ha avviato un progetto con il Labirinto. Un’idea nata dall’ex consigliere Daniele Del Bianco. Così anche quest’anno 3 ragazzi disabili accompagnati da 2 operatori hanno partecipato alla regata.

“Sono arrivati ieri mattina a Rovigno – racconta Del Bianco -, la traversata è andata molto bene. E’ un progetto che abbiamo avviato 6 anni fa, proponendo scuola di vela a questi ragazzi, poi una volta pronti li abbiamo fatti diventare protagonisti di questa importante regata”.

Alla seconda prova della regata hanno partecipato anche 9 barche croate. Allo start dal porto di Pesaro mancava solo una imbarcazione che si era però iscritta: “Avendo dei bambini – dicono dalla segreteria della Lega Navale di Pesaro – hanno deciso di non partire perchè le condizioni meteo per il ritorno non sono buonissime”.

La terza manche parte domenica 4 maggio da Rovigno alle 11.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>