Sul sito Aset spa i compensi dei dirigenti. Federchimici perplessa: “L’azienda sborsa 450mila euro per 5 persone”

di 

2 maggio 2014

Dalla Federazione dei Chimici di Pesaro e Urbino, precisamente dal segretario Cesare Luzi, riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato:

ESISTE GIA’ UN DIRETTORE GENERALE IN ASET SPA? LA FEDERCHIMICI UGL OTTIENE LA PUBBLICAZIONE SU INTERNET DEI COMPENSI E DEI PREMI DEI DIRIGENTI

E’ il Dott. Cesare Luzi della FederChimici UGL a confermare che Aset Spa ha finalmente provveduto a pubblicare i compensi dei suoi Dirigenti nella sezione Amministrazione Trasparente del suo sito istituzionale (www.asetservizi.it), ai sensi del D.Lgs 33/2013. “Come si ricorderà la nostra organizzazione sindacale aveva richiesto che l’azienda ottemperasse a questo obbligo di Legge, in relazione alle discutibili differenze di trattamento economico emerse durante la trattativa per la firma dell’accordo sull’ultimo premio di risultato che la nostra rappresentanza sindacale aveva firmato con riserva. Già da una prima analisi siamo rimasti fortemente sorpresi dai numeri pubblicati, soprattutto per quello che concerne l’onerosità dei compensi liquidati. Per i cinque dirigenti a libro paga, l’azienda sborsa quasi 450.000 euro lordi annui e come evidenziato a margine del prospetto pubblicato, si tratta solo di valori fiscali validi ai fini della dichiarazione delle imposte dirette, che non comprendono quindi i contributi previdenziali obbligatori. Se si considera anche questa voce, i compensi ammontano a circa 495.000 euro, senza contare che non è stato reso noto se queste figure hanno percepito ulteriori compensi per gli incarichi amministrativi ricoperti nelle società in cui Aset Spa possiede delle partecipazioni. Il dato più sorprendente è che in seno all’azienda, uno dei dirigenti percepisce un assegno ad personam di 18.321,24 euro, quale indennità corrisposta per l’incarico di Direttore Tecnico e che il suo compenso assomma a ben 115.209,58 euro lordi annui, senza comprendere gli oneri sociali con i quali invece oltrepassa i 126.000 euro. La retribuzione di questo dirigente, che appare molto elevata in raffronto a quelle degli altri dirigenti di Aset Spa, già di per sé considerevoli, risulta curiosamente assai vicina a quella percepita dal Direttore Generale del Comune di Fano che ammonta a 128.427,97 euro annui come viene riportato sul sito dell’ente. A questo punto, non essendo chiaro cosa comporti effettivamente l’investitura con l’incarico di Direttore Tecnico e vista l’entità rilevante di questo compenso, che corrisponde alla bella cifra di circa 10.500,00 euro mensili, ci stiamo chiedendo se questo dirigente non stia svolgendo di fatto le funzioni di un direttore generale, in maniera non ufficiale, visto che non ci risulta che sia stata attualmente nominata tale figura in seno ad Aset Spa. Non è ben chiaro inoltre quale incarico assumerebbe questa risorsa nell’ambito del nuovo assetto societario previsto dal piano industriale in caso di fusione con Aset Holding. Alla luce dei dati resi disponibili, la FederChimici UGL ribadisce che in questa azienda il permanere di un clima di scarsa trasparenza nelle relazioni sindacali, ha finito col determinare una forbice incontrollata tra le condizioni riservate alle diverse categorie di lavoratori. In vista della fusione, voluta dall’Amministrazione del Comune di Fano soprattutto per risparmiare e per continuare ad invogliare i comuni soci ad usufruire dei propri servizi, promettendo efficienza e tariffe contenute in futuro, riteniamo che sia giunta l’ora di dimostrare una concreta volontà di contenere i costi di gestione, incominciando proprio da quei ricchi compensi e premi riconosciuti a certe figure dirigenziali, che tra l’altro risultano essere state nominate in azienda per semplice progressione di carriera e non per essersi aggiudicate un concorso pubblico”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>