Da Banca dell’Adriatico la Grande Guerra nella cartografia satirica d’Europa

di 

9 maggio 2014

Banca Adriatico 185x23ASCOLI PICENO – La grande guerra nella cartografia satirica d’Europa sarà il tema della mostra che si svolgerà dal12 al 18 maggio, con orari 9-12 e 15-18, ad Ascoli Piceno, al Polo Culturale Sant’Agostino presso la Biblioteca Comunale, in Corso Mazzini.

Saranno esposte le cartografie satiriche della collezione Gianni Brandozzi riferite alla grande guerra. Attraverso l’osservazione delle cartografie si percepiscono le tensioni tra i vari paesi d’Europa che portarono al rovinoso conflitto della Prima Guerra Mondiale.

L’iniziativa è promossa da Banca dell’Adriatico e dalla Associazione Giovane Europa, sarà aperta a tutti con ingresso gratuito, con possibilità di prenotazione per gruppi, scuole, associazioni.

“Volentieri – ha commentato Roberto Dal Mas, direttore generale di Banca dell’Adriatico – abbiamo deciso di sponsorizzare e promuovere la mostra La grande guerra nella cartografia satirica d’Europa curata dal professor Gianni Brandozzi e, in considerazione della valenza culturale della collezione, abbiamo richiesto alla Associazione Bancaria Italiana di inserire la mostra all’interno del circuito nazionale del festival della Cultura Creativa che si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza delle Repubblica. Siamo certi – ha concluso Dal Mas – che la mostra coinvolgerà un pubblico numeroso dalle scolaresche alle famiglie, in considerazione della unicità di questa esposizione di cartografie satiriche d’Europa tra il periodo di fine Ottocento e la Grande Guerra che raccontano in chiave umoristica le tensioni tra i vari Paesi europei all’alba del conflitto”.

L’evento si inserisce nell’ambito della prima edizione del Festival della Cultura Creativa, iniziativa promossa e coordinata dall’Associazione Bancaria Italiana e rivolta ai ragazzi e alle famiglie che si svolgerà dal 12 al 18 maggio in oltre 60 location di 50 città italiane.

Con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Festival è finalizzato a valorizzare l’impegno, non solo economico, svolto a sostegno della cultura e della crescita civile del Paese da parte del sistema bancario.

Tema conduttore di questa prima edizione sarà quello de “Il Museo immaginario”, inteso come metafora del luogo dove si conserva la memoria personale e, al tempo stesso, collettiva, scrigno di tesori materiali e immateriali condivisi con la comunità.

Il Gruppo Intesa Sanpaolo contribuisce al progetto con un nutrito numero di proposte culturali, realizzate anche presso i propri poli museali e palazzi di rappresentanza.

Per approfondimenti sui programmi delle singole iniziative è possibile consultare il sito internet www.festivalculturacreativa.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>