Presentati i candidati de “La Sinistra”, con un programma costruttivo per pensare un’altra Pesaro

di 

9 maggio 2014

PESARO – La lista “La Sinistra” nasce dalla consapevolezza che la debolezza della sinistra è dovuta non alle idee di eguaglianza, giustizia, solidarietà, partecipazione, ambiente, cultura e lavoro – che anzi sono più attuali che mai – ma dalla divisione in tante piccole sigle che pur avendo idee comuni si affannavano più a distinguersi che a coltivare le ragioni dello stare insieme. A Pesaro è necessario tornare a mettere le persone, l’ambiente, la salute e la vivibilità urbana, davanti alle esigenze dei soggetti forti o dei soliti furbi che trovano sempre un osso da spolpare. Per questo “La Sinistra” parte dalla solidarietà verso i più deboli, dalla tutela dei diritti sociali e civili, dalla difesa dell’ambiente e del paesaggio, per proporre una nuova idea di sviluppo economico, consapevole che il passato non tornerà ma è necessario mettere in moto le tante energie e competenze, che arrichiscono il territorio con un tessuto professionale, artigianale, artistico, turitistico, culturale, ambientale e agricolo ancora vivo. Dobbiamo dare occasioni e strumenti che facciano connettere queste risorse le une alle altre e per dare lavoro insieme alla qualità della vita. Solo così lo sviluppo diventa sostenibile, umanamente e ambientalmente.

Il gruppo de La Sinistra

Il gruppo de La Sinistra

“La Sinistra” crede anche in un maggiore investimento nella scuola, a partire da quella dell’infanzia per arrivare a quella tecnico professionale che oggi manca. “La Sinistra” sente la necessità di politiche reali di aiuto a chi è senza casa, e di promuovere un ruolo attivo del Comune nel dare spazio e occasioni alle iniziative artitiche e culturali.

La città di Pesaro non si solleverà con le grandi cementificazioni delle periferie, ma con il recupero intelligente del centro storico e di tanti spazi lasciati ai topi dentro la città. Una città deve pensare a se stessa come un corpo vivente che per funzionare richiede cura, aria e attenzione al suo valore e alla sua bellezza. Questa “nuova idea di città” non può essere solo il frutto di un progetto tecnico, deve nascere dal confronto con i cittadini e tra i cittadini. Per questo la partecipazione, sia nella forma fisica delle assemblee di quartiere, che in quella smaterializzata che si può attivare su internet, deve essere il risultato di un impegno costante dell’Amministrazione nel dare voce ed ascoltare i cittadini su tutte le decisioni che li riguardano.

I 32 candidati della lista La Sinistra alle elezioni di domenica 25 maggio: Andrea Zucchi, Annalisa Ago, Pierpaolo Bellucci, Milena Berloco, Antonio Calma, Nicola Carcaiso, Gianluca Codevilla, Maria Rosa Conti, Alberto Convertino, Laura Corraducci, Raffaella Corsucci, Bernardo Gili, Gianluca Gili, Gianmarco Giunti, Gian Marco Lodovici, Chiara Longo, Giuseppe Longobardi detto Pino, Claudio Mari, Arianna Mastriforti, Amira Nafati, Jacopo Patrignani, Lucia Pighin, Michele Pucci, Aldo Ricci, Erika Rossi, Milena Rossi, Anna Maria Semeraro, Vittorio Tordini, Luciano Trebbi, Rodolfo Ugolini, Alessandro Ugulini e Francesco Vichi.

ESTRATTI DAL MANIFESTO PROGRAMMATICO DELLA LISTA LA SINISTRA
​SANITÀ
Siamo contrari alla localizzazione di un ospedale a Fosso Sejore e contrari anche al finanziamento privato tramite project financing che andrebbe a gravare per decenni sulle spese correnti della sanità Marche Nord. Propone invece un potenziamento e una riorganizzazione dell’assistenza territoriale, ambulatoriale, domiciliare, e un chiarimento del rapporto tra pubblico e privato.
URBANISTICA
E’ necessario pensare ad una “rinascita di Pesaro” un nuova fase di programmazione urbanistica che coinvolga i cittadini e le professionalità presenti sul territorio. In questo dibattito “La Sinistra” porterà l’idea di un Prg a volumi zero che prenda le sue mosse dalla legge Regionale 22/2011 che istituisce i Poru. Sosterremo con forza l’attenzione all’ambiente, alle fasce sociali più deboli, alle qualità dello spazio urbano e progettuale cercando di preservare la vita comunitaria e di incentivare la fruibilità turistica. Per lo sviluppo della città pensiamo a incubatori di attività imprenditoriali e al recupero e alla valorizzazione del centro storico. Anche le regole dovranno essere semplificate ma senza intaccare i principi di salvaguardia del territorio ed equità di trattamento fra i cittadini.
AMBIENTE
E’ l’ambiente che ospita la città, e non il contrario. Per questo è doveroso ripensare ad un piano per la città che, superando il vecchio e sovrastimato Prg, anche in funzione di una ipotetica unione di Comuni, tenga conto non solo del pieno, del costruito, ma anche e soprattutto del vuoto, di quanto è rimasto libero da cemento e va quindi conservato così. Non è più accettabile considerare il verde come un semplice riempitivo di spazi non edificati, un colore con cui pitturare qua e là la città. L’ambiente ed il verde sono la risorsa primaria, naturale e fisiologica della città, da cui traiamo aria, acqua, cibo, in cui smaltiamo i nostri prodotti di scarto, ma soprattutto in cui viviamo.
PARTECIPAZIONE
Istituzione di un ufficio partecipazione che dia vita ad una Consulta permanente dei cittadini. L’amministrazione si impegna a mettere online tutta la documentazione a sua disposizione e di sua produzione al fine di mettere i cittadini in grado di capire e valutare le scelte che riguardano il Comune stesso e la collettività nel suo complesso. L’amministrazione si impegna a convocare, di sua iniziativa o su richiesta di almeno un decimo dei membri del Consiglio comunale, assemblee pubbliche su temi relativi a specifiche categorie di residenti e/o di lavoratori per raccogliere idee, opinioni, valutazioni e suggerimenti.
PARTECIPATE
Andranno ridiscussi i patti para-sociali con i soci del comune con l’obiettivo di riequilibrare la governance attualmente tutta sbilanciata a favore del partner privato in funzione di un peso istituzionale sempre più decisivo e vincolante della maggioranza pubblica in Marche Multiservizi. Andranno previste modalità che consentano agli utenti di partecipare all’attività di valutazione dei servizi, alla formulazione di idee per il loro indirizzo, al giudizio sulla gestione.
LAVORO E IMPRESA
il Comune può creare eventi gratuiti aperti al pubblico per mettere in contatto piccole e medie imprese, giovani imprenditori, mondo della scuola, enti e associazioni di categoria e professionalità di ogni tipo, con l’obiettivo di fare auto-promozione e facilitare l’incontro tra domanda e offerta. Sarà determinante avere attenzione per artigiani, piccole imprese e liberi professionisti.
MESTIERI
Per contrastare lo svuotamento e il conseguente declino del centro storico di Pesaro, intendiamo realizzare un “bando per il commercio creativo” da inserire nel Piano del Decoro, in cui cittadini intraprendenti siano chiamati a presentare progetti di riscoperta dei vecchi mestieri (sarti, calzolai, orologiai, eccetera) proponendo l’apertura di botteghe in pieno centro, e l’attivazione di laboratori formativi aperti alla cittadinanza.
AGRICOLTURA
L’agricoltura è lo strumento per tornare a riscoprire i benefici e i prodotti della propria terra, valorizzando il made in Italy e i prodotti locali. Per questo, prevediamo apposite azioni volte a destinare porzioni consistenti di terreno agricolo di pregio alla coltivazione da parte di persone disoccupate o inoccupate, avviando filiere di vendita utili ad aprire nuovi canali di mercato.
EMERGENZA CASA
Mettere in atto – insieme alla Regione e agli altri enti locali – una strategia per supportare tutti i cittadini titolari di un mutuo prima casa i quali, a causa del disagio economico non riescono più a pagare la rata. In primis, realizzare sportelli ad hoc sull’emergenza abitativa, atti a fornire un servizio di consulenza professionale e legale gratuita da parte di figure esperte. Inoltre, svolgere un censimento di tutti gli edifici di proprietà pubblica, al fine di poterli trasformare in abitazioni a scopo sociale, e infine partecipare attivamente ai tavoli della Regione in materia di edilizia sovvenzionata e agevolata per aumentare il numero di alloggi popolari tramite la dismissione del patrimonio Erap e l’acquisizione di case sfitte.
SCUOLA
Crediamo nella scuola pubblica dall’infanzia all’età adulta e si impegnerà affinché il Comune promuova l’apertura di un Istituto Tecnico Industriale a Pesaro.
TURISMO
La ricezione turistica parte dal Web e deve essere promossa con un portale unico integrato che offra percorsi ricreativi, enogastronomici, culturali, artistici, architettonici e paesaggistici della provincia. l’impiego delle risorse derivante dalla tassa di soggiorno deve essere destinata, in misura non inferiore al 50%, ad iniziative culturali ed eventi di qualità rivolte ai turisti, stabilendo intese con i rappresentanti delle associazioni culturali e ricreative, delle professioni turistiche, e pianificando aperture programmate di tutti luoghi della cultura normalmente chiusi al pubblico. il Comune deve istituire un tavolo di coordinamento permanente con tutti gli operatori del turismo.
CULTURA
Va ripristinato il pieno controllo pubblico delle politiche culturali e del patrimonio; i privati, gestori o concessionari che siano, devono misurarsi e condividere con le migliori pratiche, l’accesso ai luoghi della cultura, senza porre ostacoli e stabilire condizioni che, di fatto, pongono fuori mercato le realtà associative e gli operatori locali, limitando in questo modo anche l’accesso e la fruizione del pubblico. Come per il turismo, il Comune deve istituire un tavolo di coordinamento permanente con tutti gli operatori e le istituzioni culturali della città
BUROCRAZIA
E’ opportuno facilitare dell’accesso ai servizi comunali (con una razionalizzazione in termini di spazi e distanze tra le varie sedi ad alto afflusso di utenza esterna) e semplificare la pianta organica, puntando alla diminuzione delle figure apicali e alla concentrazione in un unico luogo dell’organismo istituzionale del Comune. Per rendere efficace questo progetto, la realizzazione degli sportello tematici per la cittadinanza (famiglia, anziani, cultura, informagiovani) dovrà essere obiettivo dei dirigenti comunali definiti come posizioni organizzative.​
Per leggere il programma intero clicca su pesaroprogrammalasinistra

Lista “La Sinistra” – Elezioni Amministrative Comune di Pesaro
domenica 25 maggio 2014
recapiti: lasinistrapesaro@gmail.com – www.facebook.com/lasinistrapesaro
sito web: www.lasinistrapesaro.it

Un commento to “Presentati i candidati de “La Sinistra”, con un programma costruttivo per pensare un’altra Pesaro”

  1. […] Presentati i candidati de “La Sinistra”, con un programma costruttivo per pensare un&#82… sembra essere il primo su […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>